Le Giornate FAI d’Autunno compiono otto anni e sono più vitali che mai. Sono giovani perché animate e promosse proprio dai Gruppi FAI Giovani, che anche per quest’edizione hanno individuato itinerari tematici e aperture speciali che permetteranno di scoprire luoghi insoliti e straordinari in tutto il Paese. Un weekend unico, irrepetibile, che sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019 toccherà 260 città, coinvolte a sostegno della campagna di raccolta fondi del FAI – Fondo Ambiente Italiano “Ricordati di salvare l’Italia”, attiva a ottobre.

Due giorni per sfidare la capacità degli italiani di stupirsi e cogliere lo splendore del territorio che ci circonda, invitando alla scoperta di 700 luoghi in tutta Italia, selezionati perché speciali, curiosi, originali o bellissimi. Saranno tantissimi i giovani del FAI ad accompagnare gli italiani lungo i percorsi tematici espressamente ideati per l’occasione, con l’obiettivo di trasferire il loro entusiasmo ai visitatori, nella scoperta di luoghi inediti e straordinari che caratterizzano il nostro panorama. Itinerari a tema, da percorrere per intero o in parte, che vedranno l’apertura di palazzi, chiese, castelli, aree archeologiche, giardini, architetture industriali, bunker e rifugi antiaerei, botteghe artigiane, musei e interi borghi.

Il Gruppo FAI Giovani - Ivrea Canavese organizza le Giornate FAI d’Autunno domenica 13 ottobre a Borgofranco d’Ivrea, con il patrocinio del Comune, dove il tema della “riscoperta e valorizzazione” si articolerà in un percorso nel centro storico, che comprende, oltre alla visita libera del Ricetto e della Chiesa di Santa Marta, dalle ore 10 alle ore 18 (ultimo ingresso 17.30) la visita di Palazzo Marini, con gli studenti del Liceo Botta di Ivrea, dalle ore 11 alle ore 17 (ultimo ingresso 16.30) la visita alla Chiesa parrocchiale di San Maurizio, con gli studenti dell’Istituto Tecnico Cena di Ivrea, e dalle ore 10 alle ore 18 (ultimo ingresso 17.30) la visita dei Balmetti, raccontati dai proprietari.

L'evento sarà arricchito anche da ulteriori attività:
- alle ore 17,30 presso la parrocchiale di San Maurizio concerto d’organo ad ingresso libero;
- per tutta la giornata, presso i Balmetti degustazioni di vini e prodotti tipici a cura dell’Associazione “J Amis dij Balmit”
Sarà attivo un servizio navetta fra il centro storico e i Balmetti, che distano circa 1,5 Km (circa 25 minuti a piedi, su strada asfaltata e pianeggiante).

Galleria fotografica

Articoli correlati