CANAVESE - Torna a far sentire la propria voce «Canavese al centro». Dall'hub di idee, persone e politica per lo sviluppo del territorio, che ha tra i suoi fondatori anche l'ex primo cittadino di Cuorgnè, Giuseppe Pezzetto, arriva un appello per un voto compatto degli amministratori nelle elezioni della Città Metropolitana. «Più che un appello invitiamo a mettere in atto una strategia che consenta di portare a casa un risultato utile al territorio. A prescindere dal rimpianto di molti per il modello della vecchia Provincia, sono comunque imminenti quelli per l’elezione del governo della Città Metropolitana - spiegano da Canavese al centro - Per chi non lo sapesse i pesi massimi per nominare i singoli componenti (ad esclusione del Sindaco Metropolitano, carica che verrà ricoperta dal Sindaco della Città di Torino) appartengono alle amministrazioni di Torino e a quelle della prima cintura (il voto pesa di più per le Città con più abitanti)».

«Chi ha amministrato in questi anni ha toccato con mano l’importanza di avere un rappresentante del territorio, meglio se in maggioranza, nel governo della Città Metropolitana, nessuno lo dirà ma è ovvio: che se ci sei conti, se non ci sei, meno e visto che la coperta è corta, ognuno tenderà a coprire prima la propria area di appartenenza geografica.Per non rimanere scoperti in Canavese, pur essendo consapevoli che i voti degli amministratori dei nostri Comuni pesano molto meno, potremmo però affermare che: l’unione fa la forza, sia in termini di consenso che di segnale “politico” - aggiungono dal gruppo - L’invito ai nostri amministratori, anche se crediamo sia superfluo venga ribadito, è quello di convergere a prescindere dal colore politico o dal campanile, sul candidato che abbia maggiori possibilità di essere eletto».

«Se il consenso del territorio sarà inoltre ampio, si avrà la possibilità di avere un amministratore canavesano in ruoli via via crescenti (almeno questo dovrebbe essere il segnale che la politica dovrebbe interpretare) - concludono da Canavese al Centro - Certo per centrare l’obiettivo occorrerà anche il supporto di qualche “peso massimo” consigliere in quel di Torino, in questo caso vedremo se e quanto la Politica terrà in considerazione o meno il nostro Canavese. Auguri a tutti i candidati del Canavese».

Galleria fotografica

Articoli correlati