Martedì 8 ottobre la Rappresentanza della Conferenza dei Sindaci, organismo ristretto nominato dalla stessa Conferenza dei Sindaci, si è riunita con la Direzione Generale dell’ASL TO4 presso la sede legale dell’Azienda. Erano presenti tutti i componenti della Rappresentanza: la Sindaca di Ciriè Loredana Devietti Goggia, che la presiede, il Sindaco di Chivasso Claudio Castello, l’Assessore di Settimo Torinese Angelo Sante Barbati in sostituzione della Sindaca Elena Piastra, il Sindaco di Cuorgnè Giuseppe Pezzetto, la Sindaca di Lanzo Torinese Ernestina Assalto. Erano inoltre presenti, in qualità di uditori, il Sindaco di Ivrea Stefano Sertoli e la  residente della Commissione Sanità dello stesso Comune Maria Piras. L’ASL TO4 era rappresentata dal Direttore Generale Lorenzo Ardissone, dalla Direttrice Sanitaria Sara Marchisio e dalla Direttrice Amministrativa Ada Chiadò. Numerosi i temi discussi: il bilancio dell’Azienda, la dotazione di medici e di infermieri, gli investimenti dell’Azienda in apparecchiature e i nuovi progetti.

In riferimento al bilancio dell’Azienda il dottor Ardissone ha confermato i contenuti del comunicato stampa e della comunicazione ai Sindaci e al personale che aveva già inoltrato mesi fa: “Nella sostanza la quota definitiva del finanziamento annuale da parte della Regione avviene, di regola, in corso d’anno e anche all’inizio dell’esercizio successivo e questo anche per effetto del meccanismo del riconoscimento alle Regioni della quota annuale di finanziamento del fondo sanitario nazionale, che anche questo si concretizza durante l’esercizio anche perché il tutto deriva da una serie di fattori complessi. L’esercizio 2018 si è chiuso in pareggio, per quanto riguarda l’esercizio 2019 si sta concretizzando con la Regione l’assegnazione definitiva e si stanno ponendo le basi per definire il prima possibile l’assegnazione 2020».

«L’Azienda, da par suo, continua a esperire tutte le azioni amministrative e di controllo di gestione al fine di mantenere e di migliorare i livelli di efficienza necessari a coniugare i migliori livelli di assistenza con i dovuti equilibri economici e finanziari rispettosi delle assegnazioni da parte della Regione».

Galleria fotografica

Articoli correlati