CHIVASSO - Stefano Scarpetta, 48 anni di Lessolo, è il nuovo direttore generale dell'Asl To4. Si è insediato lo scorso 1 giugno al posto del commissario Luigi Vercellino, destinato all'azienda sanitaria di Alessandria. Scarpetta ha esperienze sia nel pubblico che nel privato e ha lavorato per la sanità in diverse realtà regionali.

«Credo che l'esperienza diversificata possa essere di aiuto - ha spiegato il nuovo direttore generale - nel privato ci sono alcune cose positive che possono essere portate anche nel pubblico. Mi sono insediato il 1 giugno e questi sono stati giorni impegnativi. Ho già visitato alcuni centri vaccinali e ho avuto modo di conoscere l'attività dell'azienda e qualche sindaco. Direi che il momento è complesso ma stiamo andando bene. Procediamo a spron battuto con le vaccinazioni e la Regione ci ha aumentato il targeti fino a 4500 giornaliere. I ricoverati sono in calo e questo è un buon segnale».

Scarpetta eredita un'azienda sanitaria con i conti in rosso anche perchè per far fronte alla pandemia si è guardato soprattutto al mantenimento dei servizi: «Sicuramente è stato un periodo complicato ma c'è grande attenzione ai conti e all'andamento dell'attività. Ho già ricevuto diverse richieste di incontri in questi giorni e a breve cercherò di vedere tutti». Confermato il calo dell'incidenza del covid sul territorio, l'azienda continuerà a riprendere gradualmente tutti i servizi. Sul pronto soccorso di Cuorgnè ci sarà da attendere: «E' una decisione che deve essere presa dal Dirmei anche valutando il personale in servizio».

Quello del personale è in effetti un altro tallone d'achille per l'Asl To4. «Ed è un capitolo che andrà affrontato a breve - aggiunge il direttore generale - abbiamo assunto tutti quello che potevamo assumere dalle graduatorie e abbiamo chiesto di poter accedere alle graduatorie già stilate in altre Asl. Non è semplice trovare il personale ed è un problema che non riguarda solo noi ma un po' tutte le aziende sanitarie. L'obiettivo è comunque quello di rinforzare, quando e come possibile, gli organici». 

Galleria fotografica

Articoli correlati