Celebrazioni del IV Novembre in tutto il Canavese oggi e nello scorso weekend. Domenica a Cuorgnè, dopo la celebrazione della Santa Messa e la benedizione. il corteo preceduto dalla musica della Filarmonica dei Concordi, si è recato al monumento per la deposizione della corona. Purtroppo la pioggia non ha favorito la partecipazione. Presenti i carabinieri e le numerose associazioni con i loro vessilli: Alpini, Marinai, Vigili del Fuoco, ANPI, AIDO e Avis. Un ringraziamento particolare al sindaco dei Giovani, Alessia Giachino, è stato rivolto dal primo cittadino Beppe Pezzetto, per la sua presenza nonostante un problema che l’ha vista costretta a partecipare con le stampelle. Contemporaneamente si è svolta la cerimonia a Salto con la presenza dell’assessore Russo Testa Grossa. I consiglieri Crisapulli e Fava hanno rappresentato città di Cuorgnè e Regione alla celebrazione concomitante che si è svolta a Belmonte.

Domenica 3 anche il comune di Ozegna ha festeggiato anticipatamente La Giornata dell’Unita Nazionale delle Forze Armate in un evento organizzato dal gruppo Alpini e dell’Amministrazione Comunale. In questa ricorrenza particolarmente significativa vengono onorati i sacrifici dei soldati caduti a difesa della Patria il 4 novembre 1921. Hanno partecipato insieme al gruppo Alpino: il sindaco Sergio Bartoli e i consiglieri Comunali, le Forze dell’Ordine rappresentate dalla Brigata Taurinense e dai carabinieri della stazione di Agliè, le insegnanti delle Scuole Primaria e dell’infanzia che nonostante fosse un festivo hanno coinvolto i bambini, la  Banda Musicale Succa Renzo che ha intonato in modo toccante l’Inno Nazionale, il vice Parroco Don Massimiliano che ha celebrato la Messa, le Associazioni con i loro gonfaloni, e naturalmente gli ozegnesi che hanno dimostrato ancora una volta la loro patriotticità.

Alpette ha anticipato al 2 novembre. Sotto la bassa pressione e la nebbia si è commemorato per non dimenticare. Al sacrario del cimitero comunale sistemato e pulito di tutto punto dagli operai socialmente utili e cittadini volontari, il sindaco Silvio Varetto, per l'occasione, ha voluto sottolineare i valori che ci hanno lasciato i soldati e civili morti «per una Italia Unita e compiuta che oggi fa fatica a ritrovarsi nell'espressione dei Parlametari che non riescono ad essere unanimi nemmeno nella Commissione Segre ossia quella del razzismo, vergogna».

A Rivarolo e Castellamonte, invece, le celebrazioni si sono svolte oggi, lunedi 4 novembre. A Rivarolo il 4 Novembre è stato celebrato nel ricordo dello scultore Enrico Carmassi, che realizzò 50 anni fa il monumento ai caduti di Rivarolo collocato nel viale alberato di corso Torino, e inaugurato il 16 novembre del 1969. Massiccia la partecipazione degli allievi delle scuole accompagnati dal sindaco dei ragazzi. A Castellamonte, invece, anche qui con la presenza degli studenti delle scuole, il corteo si è soffermato anche a rendere omaggio al sottotenente Antonio Ferruccio Talentino, Medaglia d’Oro al Valore Militare. A Ceresole Reale, invece, celebrazione con deposizione della corona d'alloro al monumento dei caduti domenica mattina.

Nelle foto sotto le immagini del IV novembre a Ceresole Reale, Alpette, Ozegna, Rivarolo Canavese, Castellamonte e Cuorgnè.

Galleria fotografica

Articoli correlati