L’assistenza fiscale è parte del bagaglio professionale dei geometri Canavesani. È quanto emerge da un’analisi effettuata da Agefis, l’Associazione dei Geometri Fiscalisti italiani, che ha sede a Ivrea. Tra luglio e agosto, Agefis ha promosso un’indagine conoscitiva, a livello nazionale, tra tutti i geometri iscritti ai Collegi territoriali, coinvolgendo un significativo numero di professionisti. «Pur non avendo, la nostra analisi, una pretesa di scientificità - spiega l’eporediese Mirco Mion (nella foto), presidente e socio fondatore di Agefis - evidenzia l’esistenza di una tendenza generale: un significativo numero di geometri che si dedicano a tematiche fiscali. Viste le radici canavesane dell’associazione, abbiamo voluto astrarre i dati locali per capire, in linea di massima, come agiscano i professionisti della zona».
 
Il risultato è stato lusinghiero: il lavoro fatto ha dato frutti: «Qui a Ivrea siamo nati quattro anni fa - precisa Mion - e qui in Canavese abbiamo iniziato a svolgere la nostra attività e a proporre i nostri corsi di formazione, rendendo i professionisti canavesani particolarmente esperti in ambito fiscale». Le gestioni tributarie di cui si occupano i geometri canavesani sono prevalentemente legate, in modo diretto o indiretto, a situazioni che richiamano competenze immobiliari e di analisi del territorio, specifiche della professione, ma non solo.
 
Tra coloro che hanno risposto alle domande formulate da Agefis, ben il 92% si occupa di dichiarazioni di successione (sono il 75% a livello nazionale), il 91% di calcolo di Imu e Tasi (contro il 61% generale), l’83% di pratiche di locazione ed il 70% di pratiche per le detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica e la ristrutturazione edilizia (rispettivamente 47% e 57% in Italia). «Sono numeri importanti - evidenzia il presidente Agefis - che fanno comprendere come il geometra, nell’area del Canavese, ricopra realmente un ruolo di interlocutore unico per i contribuenti che, nello svolgimento delle pratiche fiscali, si rivolgono al proprio professionista di fiducia».
 
Ma le competenze fiscali dei geometri canavesani vanno oltre: ben il 73% di chi ha partecipato all’indagine si occupa anche di dichiarazione dei redditi, contro il 18 a livello nazionale. «Le risposte ottenute in Canavese sono fonte di soddisfazione - conclude Mion - Mostrano il proficuo lavoro dell’Associazione. Il Canavese si conferma un esempio virtuoso. Un’area di piccoli comuni in cui i geometri sono punto di riferimento per i cittadini».

Galleria fotografica

Articoli correlati