«La Congregazione per i Vescovi, tramite la Nunziatura Apostolica in Italia, mi informa che il Santo Padre Francesco ha disposto che io possa continuare il mio mandato come Arcivescovo Metropolita di Torino per altri due anni. Ho accolto la decisione del Papa confidando nel Suo sostegno spirituale e pastorale e in quello dei sacerdoti, dei diaconi, delle religiose, religiosi e laici della Diocesi. Ringrazio sentitamente il Santo Padre per la fiducia accordatami e chiedo la preghiera di tutti per continuare a svolgere il mio ministero con impegno e generosità». Così l'arcivescovo Cesare Nosiglia ha annunciato questa mattina che resterà a capo della diocesi di Torino per altri due anni. Sono 317 le parrocchie che fanno riferimento alla diocesi subalpina. Tra queste numerose quelle del Canavese: tra queste Volpiano, Valperga, San Ponso, San Colombano Belmonte, Rivarossa, Rivara, Prascorsano, Pratiglione, Pertusio, Oglianico, Levone, Leini, Mappano, Forno Canavese, Front, Favria, Cuorgnè, Ciriè, Caselle Torinese, Borgaro, Busano e Canischio.

Galleria fotografica

Articoli correlati