Folta delegazione della Lega dal Canavese per la manifestazione di sabato a Roma. «Un grazie a tutti i militanti della Lega del Canavese, ai giovani leghisti e a tutti gli amici che sono venuti a Roma, una piazza immensa, bellissima - dice in merito il deputato eporediese Alessandro Giglio Vigna - la piazza di Roma non era una piazza di protesta ma una piazza di sostegno al Governo. Sabato ci è arrivata una forza incredibile da quella piazza, considerando anche che due capitali europee, Roma e Parigi, contenevano due immagini totalmente diverse. Due mondi diversi, dato che l'Italia è un paese che ha finalmente ritrovato grazie a Salvini la dignità e la sovranità, a differenza della Francia che risulta oggi per colpa di Macron un paese schiavo del globalismo».

Interviene anche Astrid Sento, segretaria organizzativa della Lega del Canavese e organizzatrice della trasferta romana: «Abbiamo organizzato i pullman e coordinato le nostre sezioni con i treni speciali, ma naturalmente abbiamo avuto tantissimi cittadini che sono andati a Roma da tutto il Canavese con mezzi propri, per esempio i nostri Giovani della Lega erano scesi già due giorni prima per partecipare a conferenze, incontri e dibattiti organizzati dalla giovanile a Roma, in attesa e preparazione della manifestazione».

Soddisfatto Andrea Cane, Responsabile Enti Locali della Lega del Piemonte: «Ho avuto la conferma della presenza di quasi un centinaio di amministratori comunali canavesani e Piemontesi, tra cui una ventina di sindaci. Credo sia l'ennesimo segno di una nazione finalmente unita in ogni decisione e strada intrapresa, dalla finanziaria, alle leggi che aiutano i Piccoli Comuni fino all'autonomia delle nostre Regioni».

Galleria fotografica

Articoli correlati