Mercoledì a Rivara si è tenuta una riunione straordinaria della seconda commissione (Lavori pubblici, Infrastrutture e Ambiente) della Città Metropolitana presieduta dal consigliere della Lega, Mauro Fava. Tema dell’incontro, il caso della stangata che ha colpito 28 Comuni canavesani (nel LINK SOTTO la tabella con i Comuni multati) per non aver raggiunto gli obiettivi della raccolta differenziata negli anni dal 2012 al 2014. Riunione organizzata a Villa Ogliani grazie alla disponibilità e alla collaborazione del sindaco di Rivara Gianluca Quarelli.

«E' nato un clima di collaborazione istituzionale che fa ben sperare per il futuro - dice il sindaco Quarelli - anche i funzionari e i tecnici hanno convenuto che quelle multe non possono essere pagate dai cittadini dal momento che, in quegli anni, non certo per colpa dei residenti o dei Comuni, la differenziata in questo territorio era ancora un miraggio». Complessivamente sono arrivate multe per oltre 700 mila euro perchè i Comuni non hanno raggiunto le percentuali di differenzita imposte dalla legge regionale. Ma tra il 2012 e il 2014 in molti Comuni sanzionati la differenziata non era nemmeno prevista perchè nel pieno del caos Asa la raccolta rifiuti procedeva tra enormi difficoltà.

«Posso assicurare il mio impegno affinchè i cittadini non debbano pagare alcuna sanzione per la raccolta rifiuti – commenta Mauro Fava – la Città Metropolitana ha dovuto applicare la legge regionale in materia ma sin da subito ho lavorato con gli uffici tecnici per trovare una soluzione alla vicenda che ha contorni paradossali». E' quindi in arrivo un giusto condono. Le amministrazioni dovranno presentare una memoria difensiva illustrando i motivi che hanno impedito di ottenere le percentuali richieste di differenziata. «La Città Metropolitana ne prenderà atto e sono abbastanza certo che archivierà i casi senza oneri per gli enti, stando a quanto mi hanno detto i tecnici incaricati».

Galleria fotografica

Articoli correlati