Ieri è stata emanata la circolare Mef sullo sblocco degli investimenti di tutti i Comuni, manovra dedicata agli enti locali virtuosi. Esulta la Lega del Canavese. L'onorevole Alessandro Giglio Vigna commenta così: «Il Mef ha finalmente emanato la circolare per lo sblocco degli investimenti per i Comuni. Purtroppo il precedente governo non si era mosso a favore degli Enti Locali virtuosi, stringendo di fatto un cappio alla gola dei nostri sindaci. Ora questo governo è riuscito a  liberare da questa inutile costrizione i nostri amministratori che potranno utilizzare le proprie risorse. Saranno presto individuate anche le risorse per le pianificazioni riguardanti le periferie urbane».

Soddisfatto il responsabile degli Enti locali della Lega Piemonte Andrea Cane: «Nella manovra di bilancio sappiamo che è previsto anche un altro pacchetto per gli Enti Locali con semplificazioni e sblocchi per i Comuni virtuosi, che aggiungeranno quindi un'ulteriore ventata di aria fresca. Penso che in vista delle elezioni Comunali del 2019, sia stata un'ottima mossa governativa: ogni Comune potrà infatti inserire già nel bilancio 2018 ciò che ha avanzato nelle proprie casse e penso che tutto ciò potrà dare una spinta a tutti i cittadini per candidarsi con maggior positività e progettualità future. Il Piemonte vanta in assoluto il maggior numero di Comuni rispetto a tutte le altre Regioni: è quindi evidente come questa novità di bilancio porterà un cambiamento significativo soprattutto per i nostri territori».

Chiudono le dichiarazioni due sindaci Canavesani: «La volontà del Governo  è un buon auspicio per il rilancio non solo delle Amministrazioni Comunali ma per tutto l’indotto che ci gravita attorno. Una boccata di ossigeno che consentirà di avere qualche buca in meno nelle strade e per alcuni Comuni qualcosa di ancora più importante. Tenere risorse proprie ferme come successo in questi anni non ha fatto nient’altro che creare immobilismo e precarietà: questo “ossigeno vitale” servirà quindi non solo a noi, ma anche a smuovere una situazione di staticità sociale già troppo incancrenita», afferma il sindaco di Favria Vittorio Bellone, assieme al collega di Ingria Igor De Santis che aggiunge: «Dare libertà ai Comuni di poter gestire i propri fondi è fondamentale per poter organizzare e pianificare al meglio gli interventi sia in materia di servizi che di sicurezza, soprattutto per Comuni come i nostri Piemontesi con molte specificità montane. Questa operazione ritengo possa essere un ottimo volano per lo sviluppo e la vitalità di tutti gli Enti Locali Canavesani».

Galleria fotografica

Articoli correlati