Riceviamo e pubblichiamo da Luca Nardi, presidente dell’associazione Culturale Cor et Amor, una proposta per i nuovi sindaci appena eletti nei Comuni del Canavese dopo la tornata amministrativa del 26 maggio.

«Si è appena conclusa una tornata elettorale, con l’elezione di numerosi Sindaci, che a breve dovranno formare le proprie giunte e riconoscere eventuali deleghe ai consiglieri, riguardanti ambiti specifici. Come Presidente dell’Associazione Culturale Cor et Amor, che si occupa di diffondere la conoscenza e la pratica della gentilezza, in tutta Italia (vedi la Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza, o il progetto Giochiamo Insieme al Parco Giochi svolto da poco ad Ivrea, che ha coinvolto i cittadini nel prendersi cura dei Parchi Giochi) rivolgendo particolare attenzione ai bambini ed agli adulti che li circondano; propongo, a tutti i Sindaci ed ai Governatori, di riconoscere ed assegnare la delega alla gentilezza.

Una delega a costo 0, ma dal grande valore simbolico e reale. Un assessore, o un consigliere con delega alla gentilezza potrebbe occuparsi della buona educazione, del rispetto verso il prossimo e la cosa pubblica, di sensibilizzare i cittadini ai comportamenti positivi, a prendersi cura di chi soffre (es i malati, o le persone sole), o è in difficoltà (chi ha perso il lavoro, disabili, anziani, genitori separati con figli), ad accrescere lo spirito di Comunità, oltre che favorirne l’unità, a coinvolgere i propri concittadini, o le associazioni, in iniziative di cittadinanza attiva per il bene Comune. A ricoprire questo ruolo dovrebbero essere persone particolarmente sensibili al benessere di tutti.

Con poco, con un po’ di gentilezza, è possibile prevenire e correggere molti comportamenti scorretti , che danneggiano il vivere sereno di una comunità. Ad esempio parcheggiare nei posteggi riservati ai disabili, non fare attraversare i pedoni sulle strisce pedonali, l’indifferenza verso la sofferenza del prossimo, lasciare cadere i rifiuti a terra. Ci piacerebbe che fossero in tanti a cogliere questo invito, per dare un segnale di attenzione al benessere delle comunità locali. Restiamo a disposizione per ogni eventuale ulteriore approfondimento riguardante la gentilezza».

Galleria fotografica

Articoli correlati