CASTELLAMONTE - Le lancette dell’orologio corrono indietro fino al 1978 quando fu realizzato il campo da baseball di via del Ghiaro, caratterizzato dalla presenza di due vagoni ferroviari in disuso come spogliatoi, sala riunioni e ristoro. Il diamante castellamontese è diventato nel corso degli anni un punto di riferimento importante per i giovani e gli appassionati sportivi. Ora, l’impianto si rifà il look.  

Sono, infatti, partiti in questi giorni i lavori di realizzazione dei nuovi spogliatoi e di messa a norma e adeguamento della struttura. Calcolatrice alla mano, si tratta di un maquillage dal complessivo importo di 285 mila euro. Il progetto definitivo-esecutivo dell’intervento è stato redatto dall’ingegner Emanuele Ferrari.

La storia del baseball a Castellamonte ha inizio nel lontano 1971 quando il professore Pietro Giovando, assegnato alla scuola media locale nel 1968, assieme a Gino Benassi riesce ad iscrivere una squadra di softball al Campionato Nazionale C. Cinquant'anni dopo sono due le formazioni locali attive, a testimonianza di uno sport da sempre fiore all'occhiello della città che ora potrà contare anche su un impianto adeguato ai tempi e sicuro. 

Galleria fotografica

Articoli correlati