Andrà alla Croce Rossa Italiana il riconoscimento «Bugia Nen» 2019, il premio promosso dallo Spi Cgil Lega 33 Alto Canavese per l'impegno profuso giornalmente dall'associazione sul territorio. La croce rossa riceverà il premio che, negli scorsi anni, è andato all'ex sindaco di Rivarolo, Domenico Rostagno, e ad Egidio Costanza dell’associazione Mastropietro. Il Bugia Nen sarà consegnato al comitato di Castellamonte della Cri e alle unità territoriali della Croce Rossa del Canavese (Agliè, Cuorgnè, Ivrea, Pont, Rivarolo, San Francesco al Campo, San Giorgio, Settimo Vittone, Strambino) il 21 settembre al Martinetti di Castellamonte in occasione della terza edizione dell’iniziativa «SPIrito sempre giovane».

«Si tratta di un riconoscimento che tende premia chi si è impegnato per la comunità e ha dato lustro al territorio canavesano – dice Alfredo Ghella, segretario Lega alto Canavese Spi Cgil – abbiamo deciso di premiare il lavoro dei comitati della Cri che operano in Canavese visto l'enorme impegno che giornalmente garantiscono. Per le emergenze sanitarie e non solo. La Cri rappresenta un pezzo di volontariato fondamentale per il nostro territorio e un esempio da seguire per tutto l’associazionismo locale”.

Il 21 settembre a Castellamonte si terrà anche il convegno «Il volontariato sul territorio». Cenni storici sulla Croce Rossa saranno presentati da Livio Goletto. La relazione introduttiva sarà a cura di Lucia Centillo, responsabile walfare della segreteria provinciale dello Spi. Interverranno anche Paolo Garnerone, presidente della Croce Rossa Italiana di Castellamonte, la dottoressa Paola Fioroni del Consiglio direttivo nazionale Cri, sindaci, amministratori e associazioni del territorio. Concluderà i lavori Giuseppe Mantovan, segretario regionale Spi Cgil.

Galleria fotografica

Articoli correlati