Non solo problemi con i treni, in Canavese, dovuti alla gestione poco performante di Gtt. Sui trasporti, già da diversi mesi, continuano a verificarsi dei disservizi anche sulla rete bus. Lo conferma il sindaco di Castellamonte, Pasquale Mazza, che ha sottoscritto l'appello dei colleghi della tratta ferroviaria Pont-Rivarolo-Torino-Chieri per sottoporre direttamente a Gtt e all'agenzia per la mobilità piemontese anche i problemi relativi ai bus.

«In particolare - sottolineano Pasquale Mazza e l'assessore ai trasporti del Comune, Patrizia Addis - riteniamo doveroso segnalare le problematiche della tratta Castellamonte-Torino in quanto talvolta si verificano disservizi a causa del ritardo del pullman con partenza da Castellamonte. Gli utenti giunti a Rivarolo Canavese non possono poi usufruire del servizio ferroviario dovendo aspettare la corsa successiva». Il bus da Castellamonte, infatti, parte spesso con qualche minuto di ritardo. Quanto basta per perdere la coincidenza con il treno della Canavesana in partenza da Rivarolo.

«Viceversa, in caso di ritardo del treno proveniente da Torino, i passeggeri diretti a Castellamonte non trovano più il bus per la loro destinazione in partenza dalla stazione di Rivarolo, dovendo così attendere la corsa successiva o addirittura provvedere al rientro con altri mezzi». Il sindaco sottolinea che molti castellamontesi, visto il perdurare dei disservizi, preferiscono affidarsi ai mezzi privati, «andando così ad aumentare il traffico e lo smog della zona e della città di Torino».

Galleria fotografica

Articoli correlati