Fine delle polemiche. La giunta di Castellamonte volta pagina dopo l'addio di ben tre componenti (due solo il mese scorso, l'ex assessore Villirillo e il consigliere Ertola). Il sindaco Pasquale Mazza, insieme ai sei che lo sosterranno da qui fino alla fine del mandato, questa sera a palazzo Antonelli ha presentato il «rimpasto» della giunta, resosi necessario dopo le ultime dimissioni. Un rimpasto targato Medaglia: il vicesindaco rimarrà in carica fino alla fine del mandato (eliminato il vicesindaco «a scadenza» inaugurato l'anno scorso da Mazza per fare contenti tutti). E sempre Medaglia sarà anche il nuovo assessore al commercio. Come da pronostici entra in giunta Chiara Faletto.

Ecco le nuove deleghe decise dal sindaco che, per se, terrà le competenze relative ad attuazione del programma, rapporti con gli enti, programmazione economica e polizia municipale.

Teodoro Medaglia - Vicesindaco - assessore ai lavori pubblici, viabilità, manutenzioni, verde pubblico, cimiteri, agricoltura e fiere, mercati, commercio.
Patrizia Addis - assessore alla sanità, servizi sociali, volontariato, edilizia popolare, lavoro, trasporti, ricerca bandi di finanziamento, bilancio, tributi.
Marco Bernardi Ghisla - assessore all'urbanistica, edilizia privata, ambiente, bim e frazioni.
Chiara Faletto - assessore all'istruzione, toponomastica, politiche giovanili e arredo urbano.

Consiglieri con deleghe
Claudio Bethaz capogruppo con competenze in materia di cultura, Mostra della ceramica, associazioni, turismo, coordinamento eventi e comunicazione.
Alberto Pautasso con competenze in rapporti con la Smat, sport, protezione civile, attività produttive, illuminazione pubblica, organizzazione del personale e patrimonio.

Galleria fotografica

Articoli correlati