CASTELLAMONTE - Si rifà il look uno degli edifici storici della città della ceramica. Sono iniziati lunedì 9 maggio 2022, ad opera dell’impresa edile Franco di Strambino, i lavori di recupero e restauro conservativo della facciata e dei serramenti di Palazzo Botton.

«Il piano di intervento, per un importo complessivo di 550 mila euro, è stato interamente finanziato da un contributo concesso dalla passata giunta regionale Chiamparino, grazie all’interessamento dell’allora assessore alla cultura Antonella Parigi e del presidente della I Commissione Consiliare Daniele Valle, ai quali va la più grande riconoscenza di tutta l’Amministrazione comunale per il fondamentale aiuto» spiegano da Palazzo Antonelli. Tra impresa e Comune è stato trovato un accordo per contenere in modo significativo l’aumento dei costi dettato dal delicato momento economico che sta vivendo l’Italia e non solo.

«Al termine dei lavori a carico della facciata, previsto all’incirca per la fine del mese di settembre 2022, inizieranno quelli di adeguamento dell’impiantistica, per i quali sono già stati stanziati 70 mila euro sul bilancio comunale – commenta il sindaco di Castellamonte, Pasquale Mazza - Si procederà inoltre a ricercare altri contributi per i futuri allestimenti interni per il Museo della Ceramica. Fra pochi mesi, finalmente, tutti noi potremo tornare a godere di Palazzo Botton in tutto il suo splendore, nell’attesa che diventi il punto di riferimento delle collezioni di Terra Rossa di Castellamonte».

Galleria fotografica

Articoli correlati