I consiglieri di minoranza di Ceresole Reale hanno presentato un'interrogazione al sindaco Andrea Basolo per chiarimenti in merito all'installazione di barriere per bloccare la circolazione dei mezzi di altezza superiore ai 2,3 metri nel tratto di strada “lungo lago” compreso tra località Villa fino al coronamento della diga. Il divieto era stato imposto dal comune il 30/06/2017, con validità 24 ore su 24 dal 15 luglio al 30 settembre 2017, poiché il massiccio via vai di camper e autocaravan creava grossi problemi di sicurezza per i pedoni e problemi igenico-sanitari dovuti all'abbandono di rifiuti fuori dagli appositi contenitori.

«Perchè nel 2018 però l'ordinanza non è stata rinnovata?». La minoranza chiede se le problematiche siano state risolte, se l'ordinanza rispondesse ai criteri di legittimità e non discriminazione tra i veicoli, quanto è costato alle casse del Comune l'installazione dei limitatori di altezza e quale utilizzo potranno avere ora. Il dubbio della minoranza è che la decisione presa nel 2017 fosse frettolosa e che abbia comportato una spesa ora inutile dal momento che è stata decisa per una struttura utilizzata un solo anno.

«Colgo l'occasione - dice ancora il consigliere Mauro Durbano - per segnalare un piccolo risultato che abbiamo ottenuto. Quest'anno le bollette dei rifiuti sono state un po' più leggere. Il motivo è spiegato nella bolletta stessa in cui si comunica che vi è un saldo a favore del contribuente derivante dal 2017 e che viene detratto dalla bolletta 2018. Questo è stato possibile grazie al nostro gruppo di minoranza che in consiglio comunale ha impedito che l'attuale maggioranza applicasse le maggiori entrate per costruire isole ecologiche, che avrebbero dovuto essere finanziate con gli investimenti, anziché restituire ciò che di troppo aveva incassato l'anno prima». (G.g.)

Galleria fotografica

Articoli correlati