Galleria fotografica

CUORGNE’ - Brutta disavventura pasquale per il consigliere comunale di Cuorgnè, Davide Pieruccini, conclusa, fortunatamente, con il lieto fine, un piccolo spavento e i meritati complimenti ai medici e personale infermieristico del Pronto soccorso cittadino, da poco riaperto h24. 

«Oggi ho provato in prima persona quanto sia importante il Pronto soccorso di Cuorgné – ha raccontato sulla sua pagina social, Davide Pieruccini - Mangiando, un piccolo rametto di rosmarino mi si è conficcato in gola… 20 minuti di difficoltà respiratoria e panico, fino alla corsa al Pronto soccorso dove con non poche difficoltà il medico è riuscito ad estrarre il rametto».

«Oggi la mia fortuna è stata quella di trovare un Pronto soccorso aperto ad un chilometro di distanza da casa – aggiunge il consigliere comunale - Sia chiaro che non ero in pericolo di vita, però credetemi che non è stata una bella situazione. Raggiungere Ivrea o Ciriè avrebbe allungato la difficoltà respiratoria del momento. Dopo soli 20 minuti sono potuto tornare a casa. È la dimostrazione che le ore passate a raccogliere le oltre 3200 firme per chiederne l’apertura sono state assolutamente ben spese. Grazie ancora a tutti i volontari che hanno creduto nella possibilità di riaprirlo ed a chi ha firmato la petizione».