Domenica 22 dicembre, alle ore 16,30, all'oratorio di Salto, si terrà la cerimonia di Intitolazione dell'Oratorio Parrocchiale a don Attilio Perotti, cui seguirà la presentazione del libro «Omaggio a don Attilio Perotti». Nel libro è raccontata l'attività pastorale compiuta a Salto fin dal 1 Febbraio 1970 e successivamente a Priacco, da Don Attilio. Dai ricordi di Evasio Edantippe, potrete conoscere i primi anni della sua permanenza a Salto, mentre Don Sergio Noascone vi farà partecipi dei suoi ultimi giorni e la serena accettazione del suo distacco terreno.  
 
Dalle ricerche storiche potrete conoscere non solo la storia della chiesa parrocchiale ma anche quelle delle undici cappelle disseminate nel territorio. Dalla dettagliata relazione del vescovo Asinari del 1647 potrete rivivere il pellegrinaggio con l'urna delle reliquie, attraverso i paesi di Salto, Deiro superiore, Castagna, Meggi, Chiesanuova, per poi scendere nel pomeriggio a Borgiallo, Priacco, Santissima Trinità di Morianico e chiudere in festa, non appena giunti verso sera a Salto. Tale processione, durata oltre 60 anni, venne poi tassativamente proibita il 18 Maggio 1708.
 
Troverete le varie fonti di sussistenza, con relativi lasciti per la chiesa di San Giacomo, fin dal 1500. Scoprirete l'attività dei laici nella vita della comunità ma anche antiche dispute avvenute soprattutto per la provvista della cera dei funerali tra le varie Confraternite, dal 1600 al 1800 e, solo parzialmente sedate da un'Ordinanza del Senato di sua Maestà nel 1763. Inoltre, antiche storie e qualche leggenda: da Alberto Medio, alle storie di lupi e quella di una atroce pena capitale eseguita in paese. E poi, la storia del gonfalone, dalla sua origine nel lontano 1680 fino alla nuova decoratissima bandiera (tuttora esistente) a doppia facciata (San Giacomo / Consolata), realizzata con tanti sacrifici nel 1829.
 
Tra gli eventi da ricordare in tempi recenti, non potevano mancare le opere, in parte iniziate in tempi remoti, oppure realizzate nel corso del ministero pastorale di Don Attilio, dall'asilo all'oratorio passando per il campo sportivo. Per finire, una carrellata di "personaggi illustri" degli ultimi 200 anni: da Padre Arcangelo Aira, Don Vesco, Don Ravigliono, Don Perono i fratelli Don Giovanni e Saverio Pecchenino, Don Bracco, Don Redino ed anche i fisarmonicisti Carlo e Pietro Deiro, partiti da Salto e diventati famosi nel mondo intero. Il ricavato del libro, dedotte le spese, verrà interamente devoluto all'oratorio di Salto. Per informazioni o prenotazioni potrete telefonare a Claudio: 347-2307959.

Galleria fotografica

Articoli correlati