CUORGNE' - Sopralluogo al 25 Aprile, ieri mattina, da parte del vicesindaco della Città Metropolitana, Marco Marocco, e del consigliere Mauro Fava, con il primo cittadino di Cuorgnè, Beppe Pezzetto. Insieme al preside dell’istituto, Daniele Vallino, e alla sua vice Loretta Mura, sono state visionate le parti dell’edificio interessate dai lavori di manutenzione straordinaria e di messa in sicurezza.

«Era incredibile lo stato di degrado in cui versava la struttura quando ho assunto il ruolo di consigliere in Città Metropolitana – ha spiegato Mauro Fava, che è anche consigliere a palazzo Lascaris – si staccavano calcinacci dal soffitto della palestra, gli infissi erano in condizioni pietose e in molti locali pioveva dentro perché il tetto era disastrato, dopo anni ed anni di mancata manutenzione. Per fortuna, ho trovato nella maggioranza in Città Metropolitana degli interlocutori attenti e disponibili, con i quali sin da subito siamo stati in grado di portare avanti una collaborazione che ha portato ottimi risultati. Per questo voglio ringraziare i consiglieri Antonino Iaria e Fabio Bianco, che si sono avvicendati nella delega all’edilizia scolastica, e il responsabile dell’area tecnica Claudio Schiari. Ora, giunti al termine del nostro mandato, abbiamo voluto venire di persona a constatare la portata dei lavori effettuati, frutto di investimenti ingenti».

Gli interventi hanno riguardato il rinnovamento degli infissi, il rifacimento dei servizi igienici e delle condutture, la messa in sicurezza del soffitto della palestra e la manutenzione straordinaria del tetto, oltre alla realizzazione ex-novo del sistema anti-incendio. E all’interno la scuola è stata completamente ri-tinteggiata. «Posso affermare con certezza che in questi tre anni sono stati eseguiti più interventi che nei vent'anni precedenti – ha aggiunto il sindaco Beppe Pezzetto – è stato fatto un grande lavoro, non c’è dubbio, ed in tempi rapidi. E' stata risolta una situazione che era oggettivamente critica».

«Lo stanziamento delle risorse da parte della Città Metropolitana era stato incredibilmente sbilanciato nei mandati precedenti al nostro, tralasciando zone come il Canavese – ha commentato infine il vicesindaco Marco Marocco – c'erano tante strutture scolastiche come il 25 Aprile in pessime condizioni, che necessitavano di interventi urgenti, e in questi anni abbiamo fatto il possibile per riparare alla mancata manutenzione degli anni precedenti. Ora gli studenti possono studiare in un ambiente sicuramente più gradevole, funzionale, igienico e sicuro».

Galleria fotografica

Articoli correlati