Un pubblico numeroso ed attento composto anche da diversi imprenditori canavesani ha partecipato giovedì sera alla presentazione del libro del giornalista Rai Luca Ponzi su Sergio Marchionne, il manager che ha salvato la Fiat e conquistato la Chrysler, che si è tenuto all’interno delle iniziative dell’Unitrè e promosso dall’amministrazione comunale, presso la splendida cornice dell’ex Chiesa della SS Trinità di Cuorgnè. A dialogare con l’autore il Sindaco Beppe Pezzetto, già dirigente Fiat chiamato nel gruppo proprio nel periodo a cavallo tra la gestione dei due grandi manager italiani formatisi nel continente americano, Paolo Fresco e Sergio Marchionne.

Uno spaccato anche inedito del manager e dell’uomo che ha lasciato un segno indelebile non solo in Italia e che a spronato molti giovani a guardare avanti e che amava ripetere “è leader chi ha coraggio, sfida l’ovvio, segue strade non battute, rompe vecchi schemi e chiude le abitudini consuete” e parlando di leadership era presente tra il pubblico anche l’allenatore della Nazionale di Volley Chicco Blengini salutato con un caloroso applauso. L’incontro moderato dalla brava giornalista Chiara Pottini, si è concluso con una serie di interessanti domande da parte del pubblico, sul passato ma anche sul futuro del gruppo FCA.

“Ringrazio Luca che ha voluto inserire anche una tappa canavesana nel suo tour Nazionale di presentazione del libro, per noi è stato un onore. Sicuramente la figura di Marchionne suscita pareri non sempre concordi, ma avendo vissuto quella fase di transizione, posso garantire che il suo modo di agire ha salvato un pezzo fondamentale dell’industria Italiana. Così come altra figura discussa, ma a mio parere geniale e fondamentale in quel momento è stata quella di Lapo Elkann”, afferma il Sindaco della Città delle 2 Torri Beppe Pezzetto.

Galleria fotografica

Articoli correlati