«Ieri è caduto finalmente il velo sulle menzogne della Giunta Cirio e dei consiglieri regionali leghisti. I soldi promessi soltanto due settimane fa da Mauro Fava, esponente del partito di Matteo Salvini, per la ristrutturazione del Teatro di Cuorgnè e per la Pinacoteca di Frassinetto finiranno al Santuario di Oropa. Questo è quello che significa per il centrodestra “prima il Canavese”». Dura la presa di posizione della deputata canavesana del Pd, Francesca Bonomo, dopo la decisione della Regione di spostare i fondi inizialmente previsti per il recupero di due importanti realtà culturali, patrimonio del Canavese. 
 
«L'assessore Matteo Gabusi, rispondendo ieri ad una interrogazione del consigliere Daniele Valle in Consiglio regionale, pur ammettendo che Oropa aveva già ricevuto i finanziamenti dalla Regione - prosegue Bonomo - ha comunicato che negli ultimi mesi del 2019, il Comune e l’Amministrazione del Santuario avrebbero fatto presente che le risorse stanziate nel bilancio regionale 2018 non erano sufficienti a coprire i restauri e avrebbero ottenuto anche i Fondi del Piano operativo FSC, quelli destinati appunto ai Comuni». 
 
«Un altro duro colpo al nostro territorio da parte di questa Amministrazione, che sta smontando tutto quello che era stato faticosamente costruito. Come opposizione ci siamo già messi al lavoro per fare pressioni sull’assessore, affinché reperisca altrove i fondi promessi (e già stanziati dalla Giunta Chiamparino), sperando che i consiglieri di centrodestra non ci lascino soli in questa battaglia».

Galleria fotografica

Articoli correlati