La scommessa partita alcuni anni fa, di ridare lustro alla fiera di San Martino riportandola alle tradizioni, voluta dall'assessore Mauro Fava, si arricchisce di un altro tassello positivo. Non solo per l’ottima affluenza di pubblico, domenica, ma anche per la partecipazione degli allevatori: in piazza circa 60 bovini, 20 pony, Lama ed asinelli, vera attrazione per i tanti bambini.

«E’ stato un bel gioco di squadra, che oltre agli allevatori ha visto la partecipazione degli agricoltori di campagna amica della Coldiretti, di alcuni ristoratori, di molte associazioni cittadine e dei commercianti di via Torino, che sotto la regia di Mauro Fava, che ringrazio, hanno regalato una bella giornata a chi è venuto a visitarci», commenta il sindaco Beppe Pezzetto. «Da solo si fa poco ma grazie all’aiuto di molti abbiamo dimostrato che si possono fare delle belle cose - commenta Mauro Fava - oltre ai ringraziamenti fatti dal sindaco, e a cui mi associo e ribadisco, voglio ringraziare la protezione Civile sotto il coordinamento di Angelo Rocca, la famiglia Polla Renato e Marco Giacoletto Papas, gli uffici preposti guidati dall'architetto Maria Teresa Noto, il corpo della polizia municipale guidati dal comandante Linuccia Amore, don Ilario».

Ringraziamenti che sindaco ed assessore estendono ai Civici Pompieri della Città di Cuorgnè con l’iniziativa Grisulandia e agli organizzatori dei giochi medioevali.  Molto apprezzati anche i menù della tradizione preparati dai ristoratori che si affacciano su Piazza Martiri. Presenti anche gli Alpini di Cuorgè con il loro vin brulè e il clima di giovialità dei valori alpini.

Galleria fotografica

Articoli correlati