CUORGNE’ - L’ex chiesa della Santissima Trinità di via Milite Ignoto a Cuorgnè ha fatto da cornice ieri, martedì 22 novembre 2022, alla presentazione del Punto di primo intervento dell’ospedale cittadino. L’iniziativa è stata promossa dall’Asl To4 e ha visto la partecipazione del sindaco, Giovanna Cresto, di diversi amministratori comunali e di un molti cittadini, interessati a saperne di più su questa importante new entry nell’ambito della sanità locale.

Al tavolo dei relatori, i medici Cristina Viglianchino, Alessandro Girardi (direttore della struttura complessa Direzione Medica Ospedaliera Ivrea-Cuorgnè), Paolo Baron (direttore della struttura complessa - disciplina di Medicina e Chirurgia Accettazione e Urgenza Ivrea-Cuorgnè), Clara Occhiena ed Eva Anselmo (direttore del distretto di Cuorgnè) hanno illustrato le caratteristiche e le modalità di accesso al Ppi, rispondendo alle domande dei presenti in sala.

In particolare è stato ribadito che il Ppi non è un pronto soccorso e che quindi non sarà aperto 24 ore su 24. In particolare, i dottori dell’Asl To4 hanno evidenziato che il Punto di primo intervento sarà attivo dalle 8 alle 20, presidiato nelle ore notturne, dalle 20 alle 8, dal sistema 118. Sono previsti due ambulatori di visita, un medico e due infermieri, per il trattamento delle urgenze minori (codici bianchi e verdi) e una prima stabilizzazione del paziente complesso. Ci si può rivolgere al Ppi per patologie diagnosticate ed ingravescenti (pressione alta non controllata, riacutizzazione di asma per esempio), patologie a bassa complessità (per esempio cistiti, disturbi gastro-intestinali), malesseri non ben definiti, piccoli atti medico-chirurgici, patologie con necessità di diagnostica clinico-strumentale semplice come distorsioni, morsi di animale, dolore addominale lieve. 

Non si deve accedere al Ppi, hanno puntualizzato i medici, per anticipare visite o esami già programmati, per avere la compilazione di ricette, per avere controlli clinici non motivati da situazioni urgenti. In caso di codice bianco sarà richiesto il pagamento di un ticket per le prestazioni erogate nel Punto di primo intervento. Il Ppi cuorgnatese potrà contare su una radiologia e un laboratorio analisi operativi, ma non sarà presente alcuna attività di consulenza specialistica in loco (es. chirurgica, cardiologica e neurologica). Al di fuori dell’orario di apertura del Ppi i pazienti dovranno contattare il 112 o rivolgersi agli altri Dea dell’Asl To4 (Ivrea, Ciriè, Chivasso) o al Servizio di Continuità Assistenziale numero 116117. 

Il Ppi di Cuorgnè sarà presentato alla popolazione: il 29 novembre alle 18 al teatro Martinetti in via Educ a Castellamonte, il 6 dicembre alle 18 al salone comunale di via Montenero a Rivarolo, il 12 dicembre alle 18 in sala consiliare in via Roma a Locana, il 19 dicembre alle 18 in sala consiliare in piazza XXV Aprile a Pont Canavese. 

Galleria fotografica

Articoli correlati