«Dobbiamo fare un nuovo patto per il Piemonte di domani, in cui ognuno impegni al massimo le proprie energie». Così il neo presidente della Regione, Alberto Cirio, forte di un netto successo ai danni del governatore uscente Sergio Chiamparino. «Lavoreremo innanzitutto per risolvere i problemi veri e concreti delle persone, perché in Piemonte i problemi sono tanti e gravi, ma è a quelli di tutti i giorni che la gente vuole avere presto delle risposte. Mi metterò subito a lavorare, il Piemonte ha bisogno di ripartire: oggi è la Regione del Nord Italia che cresce di meno, è quella che ha purtroppo ancora i tassi di disoccupazione più elevati. Il nostro motto era un'altra velocità per il Piemonte, saremo veloci a metterci al lavoro».

Record di canavesani in consiglio regionale: ben sei. Quattro in maggioranza con la Lega e due in minoranza con il Pd. Non era mai successo. Con Cirio ci sono Claudio Leone di Rivarolo Canavese, ex assessore comunale al commercio. Mauro Fava di Cuorgnè, assessore in carica. Gianluca Gavazza, imprenditore di Torrazza. Andrea Cane, responsabile Lega degli enti locali ed ex consigliere comunale di Ingria. In minoranza nel Pd il consigliere comunale di Ivrea, Mauro Salizzoni, e il presidente Anci Piemonte ed ex sindaco di Cossano Canavese, Alberto Avetta. E chissà che la Lega non scelga proprio in Canavese un assessore.

«Sarà una Giunta di persone capaci, con caratteristiche di concretezza e la capacità di saper stare fra la gente - dice Cirio - tutti gli assessori dovranno avere i piedi ben piantati per terra. Voglio censire subito lo stato di attuazione dei fondi europei, perché è mia intenzione mettere insieme in un piano strategico tutte le energie economiche che ci arrivano da Bruxelles. Intendo inoltre rivendicare la nostra autonomia regionale. Il Piemonte non ha fatto il referendum, ma questo voto e il suo risultato valgono come un referendum: ricontratteremo il prezzo con cui il Piemonte sta in Italia. Il messaggio sì Tav è un messaggio che noi diamo da sempre, lo abbiamo dato a tutti i Governi che si sono succeduti».

IL NUOVO CONSIGLIO REGIONALE
Fratelli d'Italia: Elena Chiorino, Paolo Bongioanni, Roberto Rosso, Maurizio Marrone.
Forza Italia: Carlo Vercellotti, Alessandra Biletta, Andrea Tronzano, Paolo Ruzzola, Francesco Graglia.
Lega: Fabrizio Ricca, Andrea Cerutti, Claudio Leone, Mauro Fava, Gianluca Gavazza, Stefano Allasia, alter Marin, Marco Protopapa, Giovanni Battista Poggio, Paolo Demarchi, Luigi Icardi, Fabio Carosso, Michele Mosca, Chiara Caucino, Riccardo Lanzo, Federico Perugini, Angelo Dago, Alberto Preioni, Alessandro Stecco, Sara Zambaia, Letizia Nicotra, Andrea Cane.
Movimento 5 Stelle: Giorgio Bertola, Francesca Frediani, Sarah Disabato, Ivano Martinetti, Sean Sacco.
Partito Democratico: Sergio Chiamparino, Mauro Salizzoni, Daniele Valle, Monica Canalis, Alberto Avetta, Raffaele Gallo, Diego Sarno, Maurizio Marello, Domenico Rossi, Domenico Ravetti.
Chiamparino per il si: Mario Giaccone.
Moderati: Silvio Magliano.
Liberi uguali verdi: Marco Grimaldi.
+Europa: Elena Loewenthal.

Galleria fotografica

Articoli correlati