Procedono i cantieri del polo scolastico di Favria con le imprese che hanno lavorato anche durante gli ultimi weekend per assicurare il completamento delle opere entro l'Epifania. «Stiamo rispettando i tempi e sono certo che il cantiere sarà chiuso in tempo per la ripresa delle lezioni - spiega l'assessore Silvio Carruozzo - abbiamo rifatto completamente la tubazione della roggia che passava sotto il cortile delle scuole ed era un lavoro assolutamente necessario, visto anche quanto abbiamo trovato scavando. Tra tubi lesionati, mancanza di guarnizioni nei giunti e pozzetti non realizzati in modo corretto, tutto concorreva a far sì che l'acqua fuoriuscisse, finendo con l’allagare le fondazioni delle scuole».

In più si è presentato il problema degli alberi piantati in superficie lungo il corso della roggia, le cui radici si erano andate a infilare tra i tubi, ostruendoli. «Una combinazione di cattiva costruzione e mancata manutenzione ha portato alla situazione problematica che abbiamo finalmente risolto». Le maestranze sono al lavoro da venerdì 21 dicembre e oltre alla canalizzazione della roggia hanno lavorato anche al rifacimento delle condutture dei bagni delle scuole elementari.

«I tubi erano rotti in più punti e andavano sostituiti – aggiunge Carruozzo – era un'opera necessaria da molto tempo. Non ci siamo comunque solo occupati di lavori nel sottosuolo, perché approfittando della sosta natalizia delle lezioni, siamo intervenuti anche per sistemare l'impianto anti-incendio delle Medie e per sostituire la vecchia centrale termica a gasolio della Materna, ora rimpiazzata da una nuova e più efficiente a metano». L'Amministrazione ha investito poco meno di 180 mila euro complessivamente per i lavori al polo scolastico: 75mila euro per la roggia, 25.500 euro per gli scarichi dei bagni delle Elementari, 28mila per l'impianto anti-incendio e 50mila per la caldaia della Materna.

Galleria fotografica

Articoli correlati