Trenitalia ha vinto la gara per l’affidamento del Servizio Ferroviario Metropolitano (SFM) di Torino per la durata di dieci anni prorogabili per altri cinque. A seguito della valutazione dell’offerta tecnica ed economica, l’Agenzia per la Mobilità Piemontese ha comunicato l’aggiudicazione provvisoria a favore di Trenitalia che ha presentato un’offerta che garantisce più collegamenti, maggiori servizi e massima integrazione ferro-gomma a beneficio dei pendolari, insieme al totale rinnovo della flotta entro il 2022. Dopo la vittoria in Emilia Romagna e, lo scorso anno, nella gara indetta dalla Regione Valle d’Aosta, Trenitalia ha ottenuto un altro importante successo in Piemonte. Risultato che sottolinea l’impegno di Trenitalia nella sfida della competitività anche nei settori di mercato regolati, come quello del trasporto ferroviario regionale, e conferma gli altissimi livelli di pianificazione e gestione del trasporto ferroviario regionale raggiunti negli ultimi anni dall’azienda.

Tra le novità che saranno attivate entro la fine di quest'anno la nascita di una nuova linea, la Sfm8, che connetterà Lingotto e Settimo, e la riapertura della linea Pinerolo-Torre Pellice che andrà a completare la Sfm2 Pinerolo-Chivasso. Nel passante ferroviario di Torino la frequenza dei treni passerà da 8-15 minuti a una di 7-8 minuti. Il grosso delle novità arriverà dal 2022 ammesso che finiscano in tempo alcuni cantieri fondamentali, come il tunnel di corso Grosseto (a Torino) per connettere la Torino-Ceres al passante. Quattro linee che oggi terminano a Torino proseguiranno fino all'aeroporto di Caselle e ci sarà un convoglio ogni 15 minuti che porta allo scalo aeroportuale, alla Reggia di Venaria e allo stadio della Juventus.

Trenitalia prevede anche l’arrivo di 32 nuovi treni che abbasseranno l’età media dei convogli: con l'elettrificazione della Rivarolo-Pont, sulla Canavesana, andranno definitivamente in pensione anche le ultime littorine diesel. L'avvento di Trenitalia dovrebbe anche assicurare gli standard di sicurezza che, fino a quest'anno, sono mancati sulla Sfm1 tanto che i treni tra Rivarolo e Settimo sono costretti a viaggiare ad una velocità massima di 50 chilometri orari.

Galleria fotografica

Articoli correlati