Nessun dialogo da parte dell'Anpi con il gruppo Rebel Firm. Dopo l'esposto in procura per apologia di fascismo, il presidente del consiglio comunale di Ivrea aveva proposto un dialogo con i ragazzi del gruppo di destra. All'incontro, che probabilmente si terrà nei prossimi giorni, non parteciperà l'Anpi. «Si informa anche che, nel merito di un ventilato incontro eporediese con alcuni appartenenti ad un gruppo che già dai simboli tradisce una nostalgia per il passato ventennio, l'Anpi ha una sola posizione: essa non riconosce il ruolo di interlocutori ai fascisti, e non intende offrire loro un riconoscimento istituzionale, per cui l'Associazione non parteciperà al dibattito in oggetto».

Lo ha fatto sapere Mario Beiletti, presidente dell'Anpi Ivrea e Basso Canavese. «Come sempre, in nome della democrazia e del pluralismo (quegli stessi che i fascisti di allora negavano e che negherebbero ancor ora se fossero al potere), ciascun iscritto è libero di assistere e partecipare a titolo personale - puntualizza - con la raccomandazione di evitare atteggiamenti e violenze verbali che ci sono estranei per tradizione».

Galleria fotografica

Articoli correlati