Scricchiola la maggioranza di centrodestra a Ivrea. L'ultimo consiglio comunale ha messo in luce nuove fratture nella squadra del sindaco Stefano Sertoli. Tanto che il capogruppo della Lega, alla variazione di bilancio, ha votato con le minoranze. Il sindaco, che sta superando i postumi dell'intervento al cuore della scorsa settimana, ha preso carta e penna per gettare acqua sul fuoco e ribadire che nulla potrà mettere a repentaglio la tenuta della giunta.

«Forse qualcuno ha pensato di approfittare del mio transitorio stato di salute (che sta costantemente migliorando) per far emergere ipotetiche contraddizioni o contrapposizioni all’interno della Giunta che amministra Ivrea. Niente di più sbagliato - sentenzia Sertoli - ogni decisione presa, sottolineo ogni decisione, passa sempre dalla condivisione e dal confronto e, alla fine, dalla mia approvazione. Anche in questi giorni in cui non sono operativo nel mio ufficio in Comune, tengo un costante dialogo con gli Assessori (che ringrazio per il lavoro che stanno portando avanti), con il Presidente del Consiglio Comunale, con il Segretario Generale, con il Capo di Gabinetto e con la mia Segreteria.

A proposito del Capo di Gabinetto, desidero esprimergli la piena solidarietà mia e della Giunta per le offensive parole usate nei suoi confronti nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale. Parole assolutamente fuori luogo dettate solo da  un inconsueto livore e da una sorprendente non conoscenza o voluta dimenticanza dei fatti. Renato Lavarini non solo ha portato avanti gli incarichi ricevuti in seno alla candidatura UNESCO ma ha un tale senso delle Istituzioni che, prima ancora di presentare il suo curriculum,  si è dimesso da ogni impegno associativo e, una volta scelto, ha rinunciato ai propri impegni professionali per collaborare a tempo pieno con noi. La scelta della sua persona è stata condivisa e approvata con i colleghi di Giunta e, pertanto, nulla potrà mutarla.

Auguro a tutti un buon periodo di riposo, in attesa della ripresa dei lavori con uno spirito che mi auguro, per il bene della nostra comunità, più costruttivo».

Galleria fotografica

Articoli correlati