L'autostrada A5 Torino-Aosta deve diventare gratuita tra Quincinetto e Albiano, trasformandosi, di fatto, in una tangenziale per il Canavese. E' la proposta del Movimento 5 Stelle di Ivrea che ha avviato una petizione online. I sottoscrittori si appellano al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, alla Regione Piemonte, al sindaco ed al vicesindaco della Città Metropolitana di Torino, ai sindaci delle comunità locali, «affinché attraverso azioni concrete, permettano la liberalizzazione, ovvero il transito senza il pagamento del pedaggio tra i caselli autostradali di Albiano, Ivrea, Scarmagno e Quincinetto».

La richiesta dei sottoscrittori è motivata dall’esigenza di alleggerire il traffico di transito nell’eporediese proveniente dalla Valle d’Aosta, dal Biellese, dal Vercellese, da Torino e dal Canavese. L'insufficienza dei ponti sul fiume Dora e di infrastrutture con funzione di tangenziale rende il traffico di attraversamento corresponsabile delle condizioni di forte criticità della viabilità dell’eporediese. Questa situazione crea da anni: inquinamento atmosferico e acustico oltre i limiti definiti dalla legge, ingenti perdite di tempo e danno economico per i residenti e gli imprenditori.

«Riteniamo che la realizzazione di una tangenziale gratuita tra i caselli di Albiano, Ivrea, Scarmagno e Quincinetto, possa indurre una diminuzione del traffico locale in quanto l’attraversamento dell’eporediese troverebbe una via più veloce e più vantaggiosa. La liberalizzazione dei caselli non richiede la realizzazione di nuove infrastrutture, ma la semplice abolizione del pagamento dei tragitti tra i caselli sopraelencati. La proposta risulta essere economica, evita inutile consumo di suolo, può mitigare in tempi brevi il grave problema della viabilità che l’eporediese soffre da decenni».

E’ noto che la concessione per l’autostrada A5 è in scadenza e che Anas e il Ministero delle infrastrutture stanno elaborando i termini della gara. «Il nostro territorio si trova quindi in un momento strategico per far valere le proprie ragioni, possiamo far si che il rinnovo della concessione sia vincolato alla liberalizzazione del percorso indicato». Si può firmare immediatamente sul portale firmiamo.it nella pagina dedicata alla tangenziale gratuita di Ivrea, Canavese ed eporediese.

Galleria fotografica

Articoli correlati