Si è spento ieri sera, all’età di 84 anni, all’Hospice di Salerano Canavese, Giovanni Avonto, già Presidente della Fondazione Nocentini e storico dirigente Fim e Cisl di Torino e Piemonte. Nato a Villanova Monferrato, in provincia di Alessandria, dopo la laurea in ingegneria, Giovanni Avonto entra all’Olivetti di Ivrea e partecipa all’ultima fase dell’esperienza iniziata da Adriano Olivetti.
 
Nei primi anni '70 inizia il suo impegno nella Fim Cisl torinese e nazionale e nel 1973 viene chiamato da Cesare Delpiano nella segreteria della Cisl torinese. Dopo qualche anno entra nella segreteria regionale Cisl, a fianco di Mario Manfredda, per diventarne generale negli anni Ottanta. Guiderà la Cisl regionale nel periodo caldo dell’accordo di San Valentino del 1984 e del successivo referendum sulla scala mobile.
 
In seguito diventa segretario generale Fim Piemonte, incarico che lascia nel 1996 quando va in pensione e assume la presidenza della Fondazione Vera Nocentini. Ruolo che ricoprirà fino al 2014, rimanendo fino a oggi nel Consiglio di amministrazione. Avonto è stato anche il primo presidente dell’Ismel da cui nato il Polo del Novecento. La Fondazione Nocentini e tutta la Cisl si stringono intorno alla moglie Paola in questo momento di dolore.
 
Il funerale di Giovanni Avonto si svolgerà lunedì 17 febbraio 2020, alle ore 14.30, nella Chiesa di San Lorenzo, in corso Massimo D'Azeglio 71, a Ivrea. Il rosario sarà recitato nella stessa chiesa domenica 16 febbraio, alle ore 19.

Galleria fotografica

Articoli correlati