IVREA - Passo indietro di Elisabetta Ballurio in vista delle prossime amministrative di Ivrea. Da più parti, da qualche settimana, circolava nuovamente il suo nome. Nel marzo del 2020 era stata silurata dall'attuale sindaco, Stefano Sertoli, che le aveva tolto le deleghe da assessore e vicesindaco, di fatto estromettendola dal Consiglio comunale. La sua avventura politica non continuerà in vista del rinnovo del parlamentino eporediese.

«Ho fatto parte della vita amministrativa di Ivrea per tanti anni ed è per questo che tanti amici e conoscenti mi stanno chiedendo se io abbia deciso di ricandidarmi - scrive l'ex vicesindaco sui social - serbo grande gratitudine e affetto sincero per tutti quelli che in tutti questi anni hanno creduto in me e mi hanno sostenuta nel mio desiderio di contribuire al miglioramento della città, ma ho deciso di non ricandidarmi. Ho avuto modo di riflettere in questi anni forzatamente lontana dalla vita amministrativa e per me i prossimi anni saranno il tempo per continuare a dedicarmi ai miei affetti più cari, che spesso ho trascurato anche per la mia passione politica, al lavoro, allo studio e ai miei amati cavalli».

«Gli ultimi anni della mia storia politica sono sicuramente stati turbolenti e il mio desiderio di vedere dei reali cambiamenti nella città mi ha fatto fare anche scelte difficili che ho poi pagato a caro prezzo e che non hanno comunque permesso il miglioramento cittadino che avrei voluto coltivare. Nelle mie riflessioni ho pensato anche di aver sbagliato in quelle scelte ma la parte del PD a cui appartenevo e che mi osteggiava da almeno dieci anni mi aveva davvero portata allo sfinimento. Il mio desiderio ora è che chiunque vincerà alle prossime elezioni non tradisca le promesse che farà agli elettori, che sarà il modo migliore per dare ad Ivrea la luce che merita».

Galleria fotografica

Articoli correlati