Sabato 19 ottobre alle ore 18:30 sarà a Ivrea il fondatore del Sermig, Ernesto Olivero, per la presentazione del suo libro "Una Porta Sempre Aperta"; questa si terrà presso lo "ZAC! Zone Attive di Cittadinanza" di Ivrea grazie alla collaborazione con la Libreria Mondadori e Casa della Pace.
 
Classe 1940, nato in provincia di Salerno da padre originario di Boves (CN) e madre avellinese.  Impossibile non ricordare quest'uomo, attivista per i bisognosi, ai quali dedica la sua intera vita; inizia ad impegnarsi a fianco dei poveri all'età di soli 24 anni e con sua moglie fonda il Servizio Missionario Giovani - Sermig. Fonderà altre associazioni importanti tra l'83 e il 2003, come l'Arsenale della Pace nel quartiere di Borgo Dora per immigrati, tossicodipendenti, malati di AIDS e senzatetto; in seguito aprirà l'Arsenale della Speranza in Brasile e l'Arsenale dell'Incontro in Giordania. Madre Teresa di Calcutta e Giovanni Paolo II - e altri grandi nomi, l'hanno più volte proposto al Premio Nobel per la Pace - ben 4 candidature. 
 
143.000 sono gli amici sostenitori di Ernesto Olivero, 5.500 i volontari, 77 le Missioni di Pace, 3.050 azioni umanitarie in 96 Paesi, più di 23Mln di ore di volontariato... il tutto possibile grazie alle donazioni in denaro e al volontariato svolto da gente comune. "Una porta sempre aperta" è stato pubblicato da Priuli&Verlucca Editori nel maggio di quest'anno. (F.b.)

Galleria fotografica

Articoli correlati