IVREA - Il capogruppo della Lega in Consiglio comunale, Marco Neri, è ormai intenzionato a lasciare il partito di Matteo Salvini per approdare a Fratelli d'Italia. Manca solo l'annuncio che dovrebbe arrivare ai primi di marzo. L'addio del capogruppo ha sollecitato la risposta decisamente piccata della Lega che non ha per nulla apprezzato la decisione del suo consigliere. «È chiaro che per il consigliere Neri la presenza in un partito dinamico ma con regole precise come la Lega è stata difficile. Non tutti posseggono infatti quello spirito per il quale "la squadra viene prima del singolo". Come Lega aborriamo il trasformismo: se passare da una civica ad un partito può essere a nostro parere normale (ognuno ha una sua idea politica), essere eletti in un partito e passare ad una civica (o ad un altro partito) è qualcosa di sbagliato, poichè i voti presi sono principalmente del partito, non del singolo».
 
Per la Lega di Ivrea «l'atteggiamento corretto sarebbero le dimissioni, ma queste sono riflessioni e pensieri nostri che ovviamente capiamo non siano da tutti condivisi». E' la prima volta da quando il centrodestra ha vinto le elezioni ad Ivrea che il partito di Salvini perde un pezzo in Consiglio comunale anche se Neri, che probabilmene fonderà un gruppo misto come da regolamento del parlamentino eporediese, resterà in maggioranza a sostegno del sindaco Sertoli. 
 
«Quello che però vogliamo ribadire - aggiungono dal carroccio - è che la Lega non è disposta a cedere in modo categorico nessun assessorato, come anche non siano stati chiesti ulteriori assessorati quando il gruppo è cresciuto. Ci spieghiamo meglio: qualsiasi sia il numero di consiglieri che ha intenzione di entrare nel nuovo gruppo "Neri", noi non saremo disposti a cedere nessun assessore, tantomeno ad un nuovo gruppo con dentro un consigliere eletto con i nostri voti».

Galleria fotografica

Articoli correlati