IVREA - Noi avremo cura di voi. E’ l’efficace e calzante motto che chiude alla perfezione il suggestivo video di presentazione del reparto di Ostetricia e Ginecologia di Ivrea, realizzato dalla Masterblack di Andry Verga, con la regia di Fabio Cuccè, la voce di Sonia Caramma e i testi di Vera Orso Giacone. Il reparto, seguito dal dottore Fabrizio Bogliatto, direttore della S.C. Ostetricia e Ginecologia di Ivrea e Direttore del dipartimento Materno Infantile dell’Asl To-4, è una risorsa preziosa per tutto il Canavese. E' un fiore all’occhiello per la sua capacità di seguire la donna in tutto l’arco della sua vita e non solo nel felice momento della nascita di un figlio. Al suo interno opera un’affiatata equipe che può contare sull’apporto di 17 ostetriche, 8 medici ginecologici e 13 Oss.

Quattro sono le zone che compongono il la strttura in cui si potranno trovare pure opere d’arte, aromaterapia e musica in filodiffusione. C'è un'area di degenza con 8 camere doppie e una singola, tutte con bagno, doccia e aria condizionata. Varie sale parto e una sala operatoria, e poi gli ambulatori. E' l'attenzione ai dettagli e alla persona a fare la differenza, come spiega Vera Orso Giacone, coordinatrice del reparto di Ostetricia e Ginecologica dell’Ospedale di Ivrea: «Siamo rimasti aperti anche durante la pandemia, con grande fatica abbiamo tuttavia gestito in maniera efficace, grazie a percorsi ad hoc e stanze in isolamento, l’emergenza epidemiologica nei mesi più difficili. Nel nostro reparto assistiamo le nascite dalla 34° settimana. La salute e il benessere dei nostri pazienti è la priorità. Per questo ci piace che si sentano come a casa nel nostro reparto. Ad esempio non solo il neonato rimane con la mamma per tutta la durata della degenza, ma ci saranno sempre ostetriche e infermiere pediatriche pronte a consigliare e sostenere le mamme nella gestione dell’allattamento e nella cura del neonato. La stessa attenzione c'è per chi entra in Ginecologia».

Si punta molto alla continuità assistenziale e ad un’assistenza il più personalizzata possibile. A breve nel reparto sarà attiva anche l'analgesia epidurale: «L’ostetrica fornisce un’assistenza one to one continua dal travaglio al parto – aggiunge Vera Orso Giacone - Turni da 12 ore del nostro personale sono studiati appositamente per garantire la continuità assistenziale. Alcune di noi seguono anche le gravidanze in consultorio, creando così un percorso di continuità territorio-ospedale. Il nostro pronto soccorso, infine, è disponibile 24 ore su 24 per qualunque urgenza ostetrico ginecologica».

Galleria fotografica

Articoli correlati