IVREA - «Quanto successo ieri pomeriggio all’ospedale di Ivrea, che per 40 minuti è rimasto senza ossigeno, è un campanello d’allarme molto grave che dovrebbe far riflettere i vertici della Regione. Perché è solo grazie alla prontezza dei nostri medici ed infermieri e di tecnici molto preparati, che è stato scongiurato un esito drammatico. E per questo, oltre che per il loro impegno quotidiano, li dobbiamo davvero ringraziare». Lo dichiara il Consigliere regionale Alberto Avetta del Pd.

«Sicuramente saranno chiarite le cause del guasto che ci auguriamo non siano imputabili a limiti strutturali dell’ospedale a fronte della maggiore pressione causata dall’emergenza Covid-19. Tuttavia, mentre discutiamo sulla migliore localizzazione del nuovo ospedale di Ivrea - sperando che si giunga quanto prima a una scelta condivisa la cui realizzazione richiederà comunque tanti anni-dobbiamo continuare ad investire sull’attuale presidio, assicurando tutta la manutenzione necessaria per garantire i più elevati livelli di assistenza, la più puntuale sicurezza dei canavesani e le migliori e più attuali condizioni di lavoro per il personale sanitario. Per questo sarebbe importante evitare polemiche sterili, il cui unico effetto è quello di tergiversare sui fondi messi a disposizione dal Governo nazionale, così come purtroppo è avvenuto per gli 828 mila euro destinati al nuovo reparto di sub-intensiva».

Galleria fotografica

Articoli correlati