Poco personale negli ospedali del Canavese? Dopo l'allarme lanciato dai sindacati, l'Asl To4 ha fatto chiarezza nel corso dell'incontro con la rappresentanza della conferenza dei sindaci, avvenuto nei giorni scorsi. «Per quanto riguarda gli specialisti medici – ha precisato Lorenzo Ardissone, direttore generale dell'azienda sanitaria – è di dominio pubblico che le carenze non sono certo limitate all’Asl To4 e neanche solo alla Regione Piemonte, ma coinvolgono l’intero Servizio Sanitario Nazionale. Su questo problema molto rilevante si stanno muovendo sia il Ministero della Salute sia la Conferenza Stato Regioni sia le Regioni. La carenza, pur essendo generale, si ripercuote maggiormente sulle realtà di Provincia e sulle sedi maggiormente decentrate».

«Abbiamo da tempo affrontato il problema e siamo riusciti con la forte collaborazione di tutti i Professionisti, sia i dipendenti sia quelli a contratto, a mantenere in piena funzione tutti i servizi previsti nella Delibera di Giunta Regionale 600/2014 nella responsabilità dell’Asl, monitorandone di continuo, grazie all’opera di coloro che hanno le relative responsabilità organizzative, la qualità clinica e l’efficacia. Contemporaneamente, e su questo basta consultare la sezione concorsi del bollettino ufficiale della Regione Piemonte, l’Asl To4 attiva di continuo concorsi per la ricerca di specialisti medici a tempo indeterminato che, al momento, e in linea con quanto accade presso la maggioranza delle Aziende Sanitarie, non riescono a dare copertura ai posti banditi».

Per quanto riguarda il personale del comparto, Ardissone ha evidenziato che «si sta affrontando insieme ad altre Aziende Sanitarie il problema dell’area amministrativa. Questa Azienda ha effettuato un concorso per infermieri e sta utilizzando la graduatoria dello stesso per quanto riguarda l’immissione in servizio di nuovi collaboratori, superando così il periodo dell’utilizzo dei lavoratori interinali. I tempi tecnici per l’immissione in servizio degli aventi diritto sono comunque abbastanza lunghi, anche perché molte volte gli stessi sono in diverse graduatorie e valutano approfonditamente le scelte sul luogo di lavoro. Per altri operatori sanitari di comparto stiamo utilizzando graduatorie di concorsi effettuate presso altre Aziende. Abbiamo anche bandito un concorso per Tecnici di Radiologia. Per quanto concerne gli Operatori Socio Sanitari stiamo utilizzando una graduatoria del concorso svolto in collaborazione con l’Asl Città di Torino, superando progressivamente anche in questo caso i contratti di lavoro interinale con assunzioni a tempo indeterminato».

«Da almeno quattro mesi – ha concluso in merito al personale il dottor Ardissone – mi faccio mandare da tutti i reparti il numero degli infermieri e dei medici in turno e il numero dei ricoverati. I numeri permettono di guardare alla questione con oggettività: questo al fine di intervenire laddove siano evidenti difficoltà e carenze gravi con la collaborazione dei diversi responsabili aziendali».

Galleria fotografica

Articoli correlati