Una lista interminabile di vittime innocenti cadute per mano mafiosa sono state ricordate a Leini in occasione della ventiquattresima Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie. I bambini delle scuole elementari hanno partecipato all’iniziativa organizzata con l’associazione Libera, con il patrocinio del Comune, in  Piazza Vittorio  Emanuele dove tutti i partecipanti hanno dato lettura all'elenco delle vittime innocenti. 1011 nomi di vittime, delle quali ben 108 solo bambini. Sono questi i numeri, che fanno rabbrividire, dei morti ammazzati dalle mafie, che ogni 21 marzo, a partire dal 1996, vengono ricordati dal l’associazione guidata da Don Ciotti.

Prima della lettura dei nomi, il saluto del sindaco di Leini, Gabriella Leone. «Oggi è importante essere qui. Ed era importante essere preparati per essere qui. Un grazie quindi agli insegnanti e la scuola. Le mafie non guardano in faccia a nessuno, non hanno pietà di nessuno.  Le vittime innocenti sono poliziotti, carabinieri, magistrati, giornalisti, famiglie di pentiti, bambini, sacerdoti, persone che nella loro vita hanno fatto la scelta di stare dalla parte giusta: dalla parte della giustizia, dello stato, della legalità. E’ importante ricordali tutti. Uno ad uno. Perché con questo atto oggi testimoniamo  che il loro sacrificio non è stato inutile e  che  abbiamo deciso da che parte stare».

I bambini hanno partecipato appieno alla giornata, respirando il senso del rispetto dei diritti di ognuno, dell’onesta, dell’equità, della giustizia, in una sola parola della legalità. (S.i.)

Galleria fotografica

Articoli correlati