Il consiglio comunale di Leini, convocato venerdì 28, ha approvato due variazioni di bilancio per reperire le somme necessarie all’adeguamento delle spese relative alla gestione dell’asilo nido  e alle spese correnti. Le proposte fatte dall’assessore al Bilancio, Luca Torella (nella foto), hanno superato il vaglio dei revisori dei conti.

«La quarta variazione al bilancio - spiega Torella - si inserisce nel perimetro degli storni di fondi che non vanno a modificare gli equilibri di bilancio. Sono strumenti per agevolare l’utilizzo delle risorse stanziate, pertanto non variano i progetti complessivi, rappresentano un  mero spostamento di risorse da un progetto all’altro. 15.500 euro per adeguamento del capitolo della Cooperativa Nuova assistenza che gestisce l’asilo nido e mensa, reso necessario a causa dell’aumento Istat di giugno 2018 del 1,2%; acquisto materiale igienico sanitario e didattico e ristorazione».

Il provvedimento è passato con i soli voti della maggioranza, contrari i tre consiglieri di opposizione presenti: Musolino, Brugiafreddo, Masi del gruppo “PD-Rinasce Leini”. Voto contrario anche per l’approvazione della quinta variazione che prevede maggiori spese per 5000 euro per pulizia del vecchio palazzo comunale e palestra maggiore, 1000 euro per maggiori attività formative in materia di anticorruzione, 14.000 euro di spese legate ad incarichi amministrativi, 3000 euro di maggiori spese per servizi socio assistenziali.

I consiglieri del gruppo di minoranza, nei loro interventi, hanno espresso un certo stupore per l’esborso di 5000 euro per le pulizie all’interno dell’ex palazzo comunale. «Per lavare e scopare - evidenzia Musolino - spendiamo 5 mila euro? A noi risulta abbandonato, non ci sono associazioni, non ci sono spazi destinati alla minoranze, come avevate promesso. 5000 euro, per quali pulizie? Bisogna aver rispetto del denaro pubblico». Dura la replica di Torella: «Il palazzo necessita di interventi. Non permetto che mi si dia del saltimbanco. Non ho fatto piroette, né ho schernito nessuno. Io ho rispetto del denaro pubblico».

Galleria fotografica

Articoli correlati