Non si ferma la battaglia del Movimento 5 stelle di Leini contro la Soget S.p.a., società di riscossione coattiva delle entrate tributarie ed extra tributarie. Nell’ultimo consiglio comunale l’Assessore al Bilancio, Marco Chiabrando, rispondendo all’interrogazione presentata da Gabriella Leone, ha comunicato che, a seguito delle verifiche effettuate e valutata positivamente l’offerta migliorativa che permette all’ente di risparmiare un punto percentuale sull’aggio, che passa dal 12,25% al 11,25%, la convenzione con Soget è stata rinnovata per altri 4 anni. 
 
Una battaglia quella del M5S iniziata nel 2015 quando l’Unione dei comuni Nord Est di Torino aveva aggiudicato, in via definitiva, a Soget, la gestione del servizio di riscossione dei tributi. Da subito i pentastellati chiesero ai comuni interessati di evitare rapporti istituzionali con la società per via delle delle gravi vicende giudiziarie che hanno portato alla condanna a 5 anni di reclusione del presidente, reo di aver stipulato un accordo capestro che impegnava il comune di Taranto a pagare interessi sulle anticipazioni riconosciute dalla stessa società, in aperta violazione delle leggi.
 
«Mi dispiace - dice Silvia Cossu - che sia stata rinnovata la convenzione con una società con trascorsi giudiziari, condanne, rinvii a giudizio e ritenuta, anche dall’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), inaffidabile. Se avessimo amministrato noi, non l’avremmo fatto. Continueremo la nostra battaglia. Su Soget non cambiamo opinione. Chiediamo all’amministrazione di cambiare e nelle more di limitarne l’azione sul territorio. Oggi - conclude - c’è l’opportunità di ricorrere alla definizione agevolata del debito in 15 rate, proponiamo di aumentarle ulteriormente, dando così la possibilità ai cittadini in difficoltà di regolarizzare, senza ulteriori aggravi, la propria posizione». (S.i.)

Galleria fotografica

Articoli correlati