Con Leinì e Villanova, salgono a 10 i comuni aderenti a Lunathica il festival diffuso diretto da Cristiano Falcomer che giunge quest’anno alla diciannovesima edizione. Tra le novità la nuova formula del Premio Gianni Damiano che sostiene giovani artisti e compagnie under 35 provenienti da tutto il mondo. Si allarga la rete dei Comuni che ospitano gli appuntamenti di Lunathica con l’ingresso di due nuovi comuni con un conseguente aumento degli appuntamenti e un ampliamento della durata del Festival che quest’anno sfora a luglio. Nell’edizione 2019 il Festival ha toccato Ciriè, Nole, Lanzo, Fiano, Mathi, Balangero, San Maurizio Canavese e San Francesco al Campo. La grande novità è l’ingresso in Lunathica dei comuni di Leinì e Villanova Canavese.
 
“Siamo felici e onorati delle numerose richieste pervenuti da nuovi comuni di aderire a Lunathica per ospitare appuntamenti del nostro Festival diffuso – racconta con soddisfazione Cristiano Falcomer, fondatore e direttore artistico di Lunathica -  Tanto entusiasmo testimonia la bontà del progetto che di anno in anno acquista maggior autorevolezza potendo contare su una grande partecipazione di pubblico e sul sostegno delle comunità che non mancano di far sentire il proprio calore. La crescita del Festival per ora non si sta traducendo in un aumento delle risorse complessive a disposizione, ma stiamo lavorando affinché gli enti finanziatori percepiscano la vivacità del nostro progetto. Intanto festeggiamo per l’ingresso di Leinì e Villanova, territori nuovi per noi in cui siamo certi di poter fidelizzare un nuovo pubblico. Per ora non è stato possibile soddisfare tutte le richieste ricevute da parte di nuovi comuni, perché il calendario è molto denso, ma è bello sapere che un’idea nata 19 anni fa in un singolo comune si stia espandendo di anno in anno trovando sempre nuove adesioni e consensi”.
 
Lunathica dunque sbarcherà a Leinì in Piazza Vittorio Emanuele II, grazie alla volontà del Vicesindaco e Assessore alla Cultura Cristina Bruno: “Da anni seguiamo Lunathica, e ora siamo davvero orgogliosi che il festival arrivi anche nella nostra Leinì – ci tengono a sottolineare Cristina Bruno e il consigliere Michela Fornas - crediamo nel valore del teatro, delle sue tante forme di espressione. Il teatro di strada estende i confini dell'arte: esce dagli schemi per farsi vicino, accessibile a tutti, per tutti. Siate i benvenuti, Leinì saprà accogliervi”. Per l’occasione il pubblico di Leinì assisterà ad uno spettacolo di particolare impatto, in grado di fondere la spettacolarità del circo con la poesia e la suggestione del teatro.
 
Lunathica arriva anche a Villanova Canavese presso il parco urbano “Due Laghetti” (che a giugno ospita VillaExpo) con una formula nuova, collocata dopo la fine della programmazione tradizionale del festival, venerdì 10 e sabato 11 luglio, con due giornate dedicate al Premio Gianni Damiano che da dodici anni sostiene la creatività dei giovani artisti. Dunque la prossima si preannuncia un’edizione particolarmente ricca di novità e di eventi che arricchiranno ulteriormente il programma del Festival che va nella direzione di portare nei comuni spettacolo, ma anche e soprattutto quell’universo di colori e quel clima di festa e condivisione che appartiene pienamente alla vocazione di Lunathica.

Galleria fotografica

Articoli correlati