«Cambia Leini con noi» all’attacco dell’amministrazione Leone per la mancata manutenzione delle strade comunali. Il consigliere di opposizione Renato Pittalis ha eseguito un monitoraggio del territorio, rilevando con tanto di fotografie come fossi e voragini siano una costante in tutti i rioni del centro abitato e delle frazioni. «Tombini otturati, voragini nelle strade, strisce pedonali scolorite, segnaletica orizzontale confusa fino all’assurdo o inintelligibile. Questa la quotidianità a Leinì: una quotidianità che si aggrava ulteriormente nei giorni di pioggia».

Una situazione ritenuta inaccettabile anche perché più volte segnalata all’amministrazione: «Urge intervenire - sottolinea Pittalis -  in strada Zea (Fr. Tedeschi), Corso Stati Uniti (angolo via Palera), nei parcheggi di fronte alla scuola elementare Anna Frank e ai campi di calcio, Viale Europa e via Caselle. Tutte problematiche di ordinaria manutenzione che in questi cinque anni non sono state affrontate. E’ del tutto evidente, che la Giunta è pronta ad investire sull’asfaltatura delle strade e sul rifacimento della segnaletica orizzontale utilizzando l’avanzo di amministrazione per meri fini elettorali».

Dal canto suo, però la giunta rimanda al mittente le accuse. E ricorda all’opposizione che sta lavorando per investire ben 3 milioni e 800 mila euro anche per il rifacimento del manto stradale delle vie più importanti. «Non c’è nulla di elettorale - replica Walter Camagna, assessore ai lavori pubblici -   rispetto a quanto segnalato  gli interventi di manutenzione sono sempre stati  fatti. Quest’estate, la ragioneria di Stato ha autorizzato i comuni ad utilizzare l’avanzo di amministrazione per il rifacimento delle strade e aree verdi. In tempi non sospetti - conclude - Strada Zea è stata oggetto di un intervento importante, che ha previsto oltre all’allargamento della stessa, la realizzazione della rete fognaria. Un cantiere aperto  per diversi mesi, che si è chiuso da poco, frutto di  una scelta precisa che andava nella direzione di  prendere  in carico le esigenze dei cittadini, altro che campagna elettorale». (S.i.)

Galleria fotografica

Articoli correlati