LESSOLO - L'amministrazione comunale del sindaco Elena Caffaro ha istituito un fondo a sostegno delle famiglie e delle attività produttive per un importo di 100.000 euro. Già durante i difficili giorni della quarantena, di concerto con associazioni e volontari, il Comune aveva cercato, in ogni modo, di esser vicino agli abitanti. Il disagio, nei mesi scorsi, non è stato soltanto dovuto ai rischi di contagio. Molte realtà produttive hanno dovuto sospendere l’attività nel rispetto delle normative e diversi professionisti hanno vissuto momenti di vera emergenza economica. 

Numerose le famiglie che hanno attraversato momenti di crisi dovuti anche alla cassa integrazione o alla sospensione delle attività. Gli interventi a sostegno delle famiglie in difficoltà, i buoni spesa spendibili presso gli esercizi commerciali del paese, hanno, certamente, rappresentato un buon modo per essere presenti in modo efficace, ma non basta. Per la ripartenza ci vuole di più. Le agevolazioni in materia di Tari rappresentano un importante gesto di solidarietà da parte dell’Amministrazione comunale che intende ulteriormente essere vicina agli abitanti e sostenere, in questo modo, le famiglie oltre alle attività produttive che operano sul territorio lessolese.

Ecco come: 50% sulle utenze domestiche, 25% sulle utenze non domestiche che sono rimaste chiuse in ragione dell’emergenza covid, 10% su tutte le altre utenze non domestiche. Inoltre, sempre per agevolare i cittadini in periodo di emergenza Covid, si è ritenuto opportuno fissare due rate, con scadenza 30 settembre 2020 e 30 novembre 2020.

Galleria fotografica

Articoli correlati