Serata caldissima, quella dell'ultimo consiglio comunale di Locana andato in scena martedì. Prima seduta, dopo decenni, con Giovanni Bruno Mattiet, ex sindaco e vice, fuori dalla maggioranza di governo. Il primo cittadino Mauro Peruzzo Cornetto, infatti, ha revocato la fiducia al suo assessore Silvana Cavoretto e al suo vicesindaco Giovanni Bruno Mattiet. La seduta, convocata la scorsa settimana in prima battuta, era già saltata a causa dell'assenza (improvvisa) della segretaria comunale Tiziana Maglione. Martedì sera il parlamentino di Locana è tornato quindi a riunirsi solo grazie alla presenza provvisoria di un'altra segretaria comunale, 
 
Sulla base dell'articolo 6 comma 1 della legge 267 del 2000, Bruno Mattiet è andato subito all'attacco del vicesindaco Mauro Guglielmetti (in quota Lega) per il quale, a suo dire, sussistono cause di ineleggibilità. Oltre a questo l'ex sindaco ha presentato un esposto sulla mancanza di quote rosa nella giunta (effettivamente in amministrazione la giunta è al momento composta da tre uomini). Pronto anche un ricorso al Tar. Secondo Bruno Mattiet ogni atto del Consiglio è illegittimo fino al pronunciamento del Tar dal momento che si andrebbero a ratificare delibere approvate da una giunta potenzialmenente illegale per mancanza delle quota rosa. Mattiet ha poi invitato i funzionari degli uffici comunali ad inviare la documentazione alla Corte dei conti e al revisiore dei conti dell'ente.
 
Sulle quote rosa sindaco e vice hanno fatto presente che nessuna delle altre donne elette ha dato la disponibilità ad entrare in giunta. «Non ci risulta che il sindaco abbia chiesto la disponibilità delle altre donne elette - ha ribattuto Bruno Mattiet - e nemmeno che ne abbia cercate tra i cittadini, come previsto dallo statuto comunale». Non resta che attendere l'eventuale pronunciamento del Tar Piemonte.

Galleria fotografica

Articoli correlati