Il 29 e 30 marzo Locana ospiterà un workshop per favorire la creazione di nuove imprese culturali e turistiche nei territorio della Valli del Canavese e di Lanzo. L’obiettivo è quello di mettere a sistema le opportunità offerte dal territorio e gli aspiranti imprenditori, locali e non, in cerca di spazi e occasioni di sviluppo della propria idea. Un’iniziativa innovativa, promossa dall’Assessorato alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte e realizzata da Hangar Piemonte con il sostegno di una ricca rete di partner: gli incubatori d’impresa dell’Università degli Studi e del Politecnico di Torino, la Camera di Commercio di Torino e il progetto MIP-Mettersi In Proprio. Collaborano inoltre al progetto i GAL delle Valli del Canavese e delle Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone.

“Molto si è fatto, in questi anni, sul tema dello sviluppo e dell'accelerazione di impresa, mentre invece sono pochi ad essersi occupati di lavorare sulle idee che stanno dietro le imprese: con The Growth Factory vogliamo fare proprio questo, con un progetto pilota che ha l'obiettivo di mettere in contatto il territorio, le sue risorse, e futuri imprenditori, creando le condizioni favorevoli alla nascita di nuove idee progettuali e, allo stesso tempo, proponendo opportunità concrete adatte al territorio di riferimento - dichiara Antonella Parigi, assessore regionale alla Cultura e al Turismo - Il workshop sarà infatti un momento di incontro, confronto e formazione che potrà favorire l’incontro tra i partecipanti e potenziali partner, e l’accesso a forme di incentivo e sostegno alle start-up”.

Per partecipare all’evento è necessario rispondere alla Call for Ideas disponibile sul sito di Hangar Piemonte descrivendo il proprio progetto, i motivi per cui potrebbe essere adatta al contesto montano di riferimento e i modi in cui potrebbe contribuire alla rivitalizzazione socio-economica dell’area. Possono presentare domanda di partecipazione tutti coloro che siano in possesso di un’idea di impresa o progettuale in uno dei seguenti ambiti: cultura, turismo, valorizzazione delle produzioni locali. Un ampio ventaglio che potrà comprendere: progetti per la valorizzazione del patrimonio culturale o museale dell’area, per la riscoperta delle risorse naturalistiche e paesaggistiche, così come per la messa in rete degli operatori e delle realtà produttive locali. La richiesta di partecipazione deve pervenire entro e non oltre il 21 marzo alle ore 12.

Galleria fotografica

Articoli correlati