MAPPANO - Grazie ai fondi ricevuti dal Ministero della Transizione Ecologica, verranno piantati nella prossima stagione autunno-invernale all'interno del comune oltre 3.600 tra alberi e arbusti a combattere le emissioni di CO2 nella zona nord di Torino.

Che inquinamento e deforestazione siano problemi attuali e purtroppo quotidiani è sempre più chiaro, soprattutto negli ultimi anni, con dati che sottolineano quanto la natura ci stia rimettendo. Sta ad ognuno di noi, nel nostro piccolo, cercare di contribuire ed aiutare ad invertire questa tendenza, proprio come sta per fare il Comune di Mappano.

L'Amministrazione Grassi, dopo la riduzione di un ampio territorio da costruzione, si riconferma sempre più a favore dell'ambiente. In collaborazione con la Città Metropolitana di Torino, nell'area della "Tangenziale verde", verranno piantati 2.475 alberi e 1.237 arbusti graie al contributo di 120.000 euro messi a disposizione dal Ministero della Transizione Ecologica.

Le parole del Presidente del Consiglio comunale Sergio Cretier: «Il fine di questa iniziativa è il contrasto all'inquinamento e all'emergenza climatica attraverso opere di riforestazione in ambito urbano. I 50 mila metri quadri situati a sud dello scolmatore dove verranno piantati gli alberi ci permetteranno di contribuire, nel nostro piccolo, a contrastare le emissioni di CO2 nella zona nord di Torino. Le specie arboree, autoctone, saranno depurate di quelle più allergeniche». Nel contributo ministeriale sono incluse le risorse necessarie al mantenimento delle piante e della loro sicurezza durante i primi sette anni; i lavori avranno inizio durante la prossima stagione autunno-invernale.

Galleria fotografica

Articoli correlati