Galleria fotografica

OZEGNA – Giovedì 30 maggio 2024 sono stati premiati dall’Associazione Nazionale Piccoli Comuni d'Italia due sindaci «veterani»: Giambattistino Chiono, 74 anni, sindaco di Busano, e Renza Colombatto, 87, prima cittadina di Traversella. La cerimonia è stata promossa dal sindaco di Burolo, Franco Cominetto, con la partecipazione di molti amministratori e sindaci canavesani, anche non appartenenti all'Anpci.

I due sindaci sono stati un modello di impegno nell'amministrazione delle loro comunità e nell'attività come membri e attivisti dell'Anpci. tra una settimana, infatti, con le nuove elezioni, entrambi lasceranno i loro ruoli. Chiono, dopo quasi 40 anni di servizio, ha scelto di ritirarsi a vita privata, mentre Colombatto, che può vantare di essere la sindaca più anziana d'Italia, non abbandonerà la vita politica, candidandosi come consigliera a Traversella.

«Chiono e Colombatto – ha spiegato Franco Cominetto – si sono battuti per tutte le cause della nostra associazione fin da quando è stata creata e sono stati un fulgido esempio della dedizione dei sindaci alla cura dei rispettivi paesi e comunità. È un dispiacere apprendere che hanno deciso di fare un passo indietro. Nonostante l'età hanno ancora una forza e una determinazione invidiabili. Sono certo che resteranno al nostro fianco e saranno sempre i benvenuti in tutte le nostre iniziative e manifestazioni».

Durante la serata, alla quale ha partecipato anche il primo cittadino di Ozegna, Sergio Bartoli, si è unita anche la presidente nazionale di Anpci, Franca Biglio, sindaca del Comune di Marsaglia (Cuneo), raggiunta telefonicamente nel corso della cerimonia che si è chiusa con la consegna a Renza Colombatto e Battistino Chiono di due targhe di ringraziamento per gli anni passati al servizio delle proprie comunità.