Galleria fotografica

PONT CANAVESE - Niente finanziamento della Regione Piemonte per l'acquisto di una nuova ambulanza destinata al comitato locale di Pont Canavese. La proposta del consigliere Andrea Cane è stata bocciata dall'assessore al bilancio Andrea Tronzano. Uno «scontro» interno alla maggioranza che ha animato a lungo la discussione in aula. 

«La richiesta di contributo arrivava dal territorio - ha spiegato il consigliere della Lega, Andrea Cane - per l'acquisto di una nuova ambulanza in un parco mezzi ormai obsoleto. A gennaio riaprirà il pronto soccorso di Cuorgnè e la croce rossa che maggiormente ha impatto sul territorio delle due valli (Orco e Soana) è proprio quella di Pont Canavese. Territorio, sindaci, associazioni da anni realizzano raccolte fondi per arrivare all'allestimento e all'acquisto dell'ambulanza e per questo ho provveduto a presentare un emendamento di assoluta importanza per il territorio. Va bene che riaprirà il pronto soccorso ma in caso di necessità i pazienti in ospedale, in qualche modo, bisognerà pur portarceli».

Lapidaria la risposta dell'assessore: «Non posso chiedere al consigliere Cane di ritirare l'emendamento perchè il consigliere, lavorando sul territorio, certamente ha l'esigenza di identificare una sua azione politica - ha spiegato Tronzano (Forza Italia) - da assessore al bilancio della Regione Piemonte devo bocciare l'emendamento in quanto credo sia giusto ed eticamente equo non approvarlo. Ritengo giusto l'impegno del consigliere Cane però mi prendo la responsabilità di assumere una decisione in merito. Credo che la mia valutazione a favore dell'equità del territorio sia altrettanto giusta».