Summit a Rivarolo Canavese, ieri mattina, sul Ponte Preti e su alcuni «nodi» della viabilità locale. Presente, oltre ad alcuni sidnaci della zona a partire dal primo cittadino rivarolese Alberto Rostagno, anche l'assessore regionale ai trasporti Francesco Balocco. «Sono emerse alcune novità importanti - dice l'ex Senatore, Eugenio Bozzello - confido in una positiva risoluzione sia per la costruzione del nuovo Ponte sia per ha pronta risposta sui gravissimi problemi viari che quel tratto presenta». E sabato 1 dicembre, a Castellamonte, Bozzello riferirà durante l'incontro pubblico convocato per fare il punto della situazione: «Spero non si dica nuovamente che si faranno monitoraggi costanti perché ora servono i fatti concreti e non più monitoraggi inutili. Quello che succede sul quel tratto ogni giorno l’abbiamo monitorato ormai da 30 anni».

Non l'ha presa bene Antonino Iaria, consigliere metropolitano alle infrastrutture e ai lavori pubblici. «Esprimo stupore per la riunione che si è svolta ieri a Rivarolo sugli interventi necessari per il miglioramento della viabilità sulla strada provinciale 565 e, in particolare, sul ponte Preti, riunione che avevo proposto si tenesse in Città metropolitana. Desidero ricordare a tutti che le riunioni tecniche si fanno con i responsabili tecnici della struttura. Faremo al più presto una riunione pubblica, insieme ai sindaci dell’area interessata e al rappresentante della zona omogenea, aperta a tutta la cittadinanza, nella quale presenteremo i dati reali, i risultati dei sondaggi e le soluzioni viabilistiche che la Città metropolitana ha individuato».

Galleria fotografica

Articoli correlati