Presidio del comitato Pro Circonvallazione di Rivarolo Canavese, questa mattina, in borgata Vittoria, dove l'ex statale 460 incrocia la provinciale per Bosconero. Un incrocio «storico», purtroppo, per l'alto Canavese, teatro di decine di incidenti stradali anche gravi.

«Abbiamo deciso di effettuare un sopralluogo tra Rivarolo Canavese e Bosconero per vedere se le promesse degli ultimi anni, arrivate da una lunga lista di politici di destra, di sinistra e di centro, sono state effettivamente mantenute - dice per il comitato Flavio Vacca - parlando con i residenti della borgata e dando una rapida occhiata alla situazione della zona, possiamo dire senza dubbio che, fin qui, non è stato mantenuto nulla». Al presidio ha partecipato anche il consigliere di minoranza di Bosconero, Giancarlo Giovannini, da sempre molto attento alla problematica.

L'incrocio della borgata Vittoria, infatti, che corrisponde all'ingresso in Bosconero, da un lato, e con l'accesso alle case della borgata dall'altro, è ancora come cinquant'anni fa. Solo che il traffico è aumentato a dismisura e i mezzi di passaggio transitano a velocità folli. «Siamo qua perchè vogliamo mettere in evidenza ancora una volta un problema che colpisce pesantemente la viabilità altocanavesana», aggiunge Vacca. La promessa rotonda, da parte dell'ex provincia prima e della Città metropolitana poi, è ancora un miraggio. Il cambio di gestione politica torinese, fin qui, non ha portato alcun effetto.

Galleria fotografica

Articoli correlati